rotate-mobile

VIDEO | "Competenza, coraggio e umiltà nel lavoro quotidiano": i carabinieri festeggiano 210 anni a Chieti

Nell'ultimo anno, l'arma ha perseguito oltre 36.124 reati. Durante la cerimonia sono state tributate le onorificenze

Nella suggestiva cornice di piazza d'Armi della caserma "Rebeggiani" di Chieti, sede del Centro nazionale amministrativo del comando generale dell'arma dei carabinieri, si è celebrato il 210° anniversario della fondazione dell'arma. Analoghe cerimonie si sono svolte nei rispettivi capoluoghi dai comandi provinciali della legione.

Questa ricorrenza si celebra ogni anno il 5 giugno, dal lontano 1920, quando fu conferita alla bandiera dell'arma la prima Medaglia d'Oro al Valor Militare per l'eroico comportamento dei carabinieri durante la Prima Guerra Mondiale. L'arma dei carabinieri nasce il 13 luglio 1814 con le "Regie Patenti" del Re Vittorio Emanuele I, che costituì un corpo di militari scelti per garantire la difesa dello Stato, la tutela della pubblica tranquillità e l'osservanza delle leggi.

Dopo l'Unità d'Italia, il 24 gennaio 1861, viene costituita a Chieti la 1ª legione carabinieri, articolata su due Divisioni (Chieti e L'Aquila), quattro Compagnie, cinque Luogotenenze e ben 89 Stazioni. La legione venne soppressa nel 1868 e ricostituita a Chieti nel 1919, per poi essere definitivamente istituita l'11 giugno 1944 nella sua attuale sede di Via Madonna degli Angeli.

La storia

Nei primi anni della legione di Chieti, caddero in operazioni di contrasto al brigantaggio quattro carabinieri, tra cui Cosimo Degli Innocenti, decorato con Medaglia d'Argento al Valor Militare. Tra le figure di rilievo, il colonnello Chiaffredo Bergia si distinse per il suo servizio.

Il 12 settembre 1943, durante l'operazione "Quercia" per liberare Mussolini, una colonna tedesca si scontrò con una pattuglia di carabinieri della stazione di Assergi. Nell'azione morì il giovane carabiniere Giovanni Natale. Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, il capitano Ettore Bianco organizzò una formazione partigiana che combatté con successo contro un battaglione tedesco a Bosco Martese, dimostrando l'importante ruolo delle forze armate nella Resistenza.

La legione carabinieri "Abruzzo e Molise" oggi

Dal 1° settembre 2016, la legione carabinieri "Abruzzo e Molise" comprende le omonime regioni amministrative. Dal 1° gennaio 2017, con l'assorbimento del Corpo Forestale, è stato istituito un comando Regione carabinieri forestale. Sul territorio operano sei comandi provinciali, 24 compagnie e 228 stazioni carabinieri territoriali, oltre a numerosi nuclei forestali e di tutela ambientale.

La caserma "Rebeggiani" ospita la cerimonia e rappresenta un modello di efficienza amministrativa per la pubblica amministrazione, gestendo il trattamento economico e l'assistenza fiscale per il personale dell'arma.

Attività operativa e risultati

Nell'ultimo anno, l'arma ha perseguito oltre 36.124 reati, con 137.171 servizi preventivi e 693.246 ore di pattugliamento, che hanno portato all'arresto di 1.210 persone. L'introduzione del Taser ha migliorato gli standard di sicurezza, consentendo risposte più efficaci in situazioni critiche.

I reparti del comando unità forestali, ambientali e agroalimentari hanno perseguito 1.989 reati e contestato sanzioni amministrative per oltre 4 milioni di euro. Il generale B. Antonino Neosi, comandante della legione, ha sottolineato l'importanza della tutela degli anziani e della lotta contro la violenza di genere, e ha richiamato l'attenzione sulla necessità di opporre alla criminalità una cultura di convivenza pacifica e rispetto delle regole democratiche.

Il generale Neosi ha salutato cordialmente le "neoformazioni sindacali presenti alla cerimonia, ringraziandole per la collaborazione proficua e costruttiva". Ha inoltre espresso gratitudine "per i risultati raggiunti dal personale dell'arma, ricordando i valori di militarità, competenza, coraggio e umiltà che guidano i carabinieri nel loro servizio quotidiano".

Durante la cerimonia sono stati tributate le onorificenze e ricompense di seguito indicate:

Militari premiati

Medaglia di Bronzo al Merito Civile concessa dal ministro dell'Interno il 3 agosto 2023, al V. Brig (ora Brig. Ca.) Roberto Natilla e all' App. Sc. (ora Brig.) Piero Chiavaroli, ora effettivi al NOR - Sezione Radiomobile - della compagnia carabinieri di Pescara

con la seguente motivazione,

"intervenuti presso un appartamento, posto al terzo piano, ove era stato segnalato del fumo, risultato vano il tentativo di sfondare la porta. passando dal balcone attiguo tramite una scala collocata come ponte si introducevano nell'alloggio, ove rinvenivano una donna anziana in stato di semi-incoscienza, che caricata sulle spalle, traevano in salvo percorrendo le scale invase dal fumo. grande esempio di tenacia, senso civico e senso del dovere"

Pescara, 30 ottobre 2015.

Attestato di Pubblica Benemerenza al Merito Civile concessa dal ministro dell'Interno il 3 agosto 2023 all App. Sc. (ora V. Brig.) Ernesto Ricci, ora effettivo alla stazione carabinieri di Città Sant'Angelo (PE) e all App. Sc. (ora V. Brig.) Roberto Melilla, ora effettivo al Nucleo Comando della compagnia carabinieri di Chieti

con la seguente motivazione:

"intervenuti presso un immobile interessato da una fuga di gas, verosimilmente provocata da un tentativo di suicidio, dopo avere messo in sicurezza i condomini, senza alcuna esitazione si introducevano all'interno dell'appartamento, posto al secondo piano, da cui proveniva l'odore di gas e dove un uomo, in stato di semi-incoscienza, era riverso a terra dopo avere arieggiato il locale facendo attenzione a non provocare esplosioni, lo conducevano all'esterno e gli praticavano le prime manovre di rianimazione in attesa di soccorsi. esempio di coraggio, prontezza e senso del dovere"

Montesilvano (PE), 24 dicembre 2015

Encomio Solenne, come prima attestazione di merito, concesso dal comandante generale dell'Arma dei carabinieri in data 5 luglio 2023 all App. Nunzio Renzi e App. Sc. Q.S. Michele Bencivenga effettivi all'aliquota radiomobile della compagnia di Bojano (CB)

con la seguente motivazione:

"addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia carabinieri distaccata, con eccezionale senso di abnegazione ed esemplare altruismo, dopo aver prestato soccorso a una donna che si era lanciata dal balcone di un'abitazione per sfuggire all'aggressione dell'ex convivente, non esitavano a introdursi nell'appartamento ove l'uomo, appiccato un incendio, era rimasto bloccato in preda a una crisi epilettica e con segni di autolesionismo, riuscendo a trarlo in salvo e, successivamente, in arresto per tentato omicidio e incendio doloso. chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere".

Bojano (CB), 20 aprile 2022

Encomio Semplice concesso dal comandante della Legione carabinieri "Abruzzo e Molise" il 13 settembre 2023 al Lgt. Alessandro Lenaz, Lgt. Carmelo Carnosa, Mar. Magg Cristiano Barra, Mar Ord. Andrea Malandra, Mar. Ord Maurizio Stagno, Brig. Ca. QS. Stefano Giannandrea, Brig Ca. Valeriano Carpegna, addetti al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Pescara. Mar. Magg. Mauro Labricciosa, comandante della stazione carabinieri di Spoltore (PE)

con la seguente motivazione,

"addetti a nucleo investigativo di comando provinciale ed a stazione distaccata, evidenziando elevata professionalità, altissimo senso del dovere e non comune intuito investigativo, conducevano complessa e prolungata attività d'indagine che consentiva di disarticolare un agguerrito sodalizio criminale armato di tipo mafioso ritenuto responsabile tra l'altro di associazione finalizzata alla commissione di delitti contro la vita. l'incolumità personale, il patrimonio, in materia di armi e traffico di sostanze. l'operazione, conclusasi con l'esecuzione di 20 provvedimenti restrittivi e il sequestro di un ingente quantitativo di droga nonché armi, riscuoteva il plauso unanime dell'opinione pubblica e delle autorità, contribuendo a esaltare il prestigio dell'istituzione."

Provincia di Pescara, maggio 2020-aprile 2023.

Encomio Semplice concesso dal comandante della Legione carabinieri "Abruzzo e Molise" il 12 settembre 2023 al Cap. Alfio Rapisarda, comandante della compagnia di Penne, al Luogotenente CS Mario Notaro (ora in congedo), già comandante del NOR della compagnia cc di Penne, al Luogotenente CS. Remo Palusci, Luogotenente Daniele Lucentini, Vice Brigadiere Luigi Ranalli, al Carabiniere Scelto Alessio Ricca, addetti all'aliquota operativa del NOR della compagnia cc di Penne, nonché agli Appuntati Scelti QS. Donato Coletta e Nino Nerone, addetti all aliquota radiomobile del NOR della medesima compagnia

con la seguente motivazione:

"comandante e addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia distaccata, evidenziando alto senso del dovere, elevata professionalità e spiccato acume investigativo, conducevano, partecipandovi personalmente, complessa attività d'indagine che permetteva, in brevissimo tempo, di arrestare in flagranza di reato tre persone in procinto di perpetrare una rapina in danno di ufficio postale. la delicata operazione, che consentiva il sequestro di un fucile a canne mozze e relativo munizionamento, una pistola scenica priva del tappo rosso ed altro materiale necessario per la consumazione del reato, riscuoteva ampio risalto mediatico, contribuendo ad esaltare il prestigio e l'immagine dell'istituzione."

Provincia di Pescara, 4 ottobre 2022-26 novembre 2022.

Encomio Semplice concesso dal comandante della Legione carabinieri "Abruzzo e Molise", il 16 gennaio 2024 al Car. (ora Car. Sc.) Domenico di Biase, effettivo alla stazione cc di Lettomanoppello

con la seguente motivazione.

"addetto a stazione distaccata, con eccezionale senso di abnegazione e generoso slancio, non esitava ad intervenire in soccorso di una famiglia rimasta intrappolata all'interno di un camper che, uscito dalla sede stradale e ribaltatosi su un fianco, rimaneva in bilico sull'orlo di un dirupo, riuscendo a trarre in salvo due occupanti in attesa dell'arrivo di ulteriori soccorsi che consentivano di estrarre illesa una terza persona bloccata tra le lamiere"

Lettomanoppello (PE), 5 marzo 2023

Encomio Semplice concesso dal comandante della Legione carabinieri "Abruzzo e Molise" al Tenente Colonnello Vincenzo Orlando, già comandante della compagnia carabinieri di Lanciano

con la seguente motivazione

"comandante di compagnia distaccata, evidenziando alto senso del dovere, esemplare abnegazione e spiccate doti di comando, dirigeva e coordinava, partecipandovi personalmente, complesse attività inerenti al sospetto impiccamento di una donna gli elementi raccolti, corroborati da fondamentali riscontri tecnici, permettevano di dimostrare la responsabilità del marito quale autore dell'omicidio della coniuge e consentire l'emissione. da parte della competente autorità giudiziaria, di ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti".

Lanciano (CH), luglio 2022-settembre 2022.

Encomio Semplice concesso dal comandante della Legione carabinieri "Abruzzo e Molise" al Maggiore Giuseppe Nestola (ora in congedo), già comandante del N.O.R. della compagnia carabinieri di Lanciano

con la seguente motivazione:

"comandante di N.O.R. di compagnia distaccata, evidenziando alto senso del dovere, esemplare abnegazione e spiccate doti di comando, dirigeva e coordinava, partecipandovi personalmente, complesse attività inerenti".

Copyright 2024 Citynews

Si parla di

Video popolari

ChietiToday è in caricamento