Attualità

I viadotti di A24 e A25 sono sicuri? Al via gli accertamenti tecnici

Il Tar del Lazio ha accolto parzialmente le richieste avanzate di Strada dei Parchi per verificare la sicurezza delle strutture che collegano Abruzzo e Lazio

Partiranno a breve le perizie tecniche per chiarire se i viadotti delle autostrade A24 e A25 sono sicuri. La ha deciso il Tar Lazio, accogliendo parzialmente le richieste della concessionaria Strada dei Parchi.

L'incarico è stato affidato al presidente pro tempore dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Roma, l'incarico dovràconcludersi entro il 16 settembre "in modo da non recare intralcio o rallentamento agli interventi di sicurezza in corso"..

Il Tar ha ammesso un duplice quesito: "fornire i dati relativi alla profondità di ammaloramento reale del calcestruzzo e all'attuale danneggiamento per corrosione dei ferri delle opere ispezionate" ed "esaminare, per le pile dei viadotti oggetto delle verifiche di settembre/ottobre 2018, gli attuali valori dei copriferri, del passo esistente delle staffe, del loro aggancio ai ferri verticali e del dettaglio adottato in corrispondenza degli spigoli per confinare le armature d'angolo". 

Strada dei Parchi esprime “piena soddisfazione” per la decisione del Tar Lazio.  iPer i vertici della Concessionaria “è un passo decisivo importante questa decisione dei giudici amministrativi, che hanno incaricato il presidente dell’ordine degli ingegneri di Roma di formare una squadra di esperti che accerti lo stato dei viadotti di A24 A25. Con questo provvedimento, che  ha accolto le nostre richieste, - sostengono a SdP - il Tar Lazio indica una direzione che porterà a sgombrare il campo dall’allarmismo ingiustificato di questi mesi circa la situazione delle infrastrutture e dei viadotti di A24 e A25”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I viadotti di A24 e A25 sono sicuri? Al via gli accertamenti tecnici

ChietiToday è in caricamento