Via Verde dei trabocchi, lavori ripresi ma gli incivili sono sempre dietro l'angolo: aumentano i controlli

Verbali e sanzioni ai trasgressori. Provincia, Comuni e Protezione civile al lavoro per tutelare la Via verde dei trabocchi

Lavori ripresi a pieno ritmo per la costruzione della Via Verde della Costa dei Trabocchi dopo la sospensione di oltre due mesi ma già ci sono i primi danneggiamenti.

In questi giorni è iniziata la fase di resinatura su alcuni tratti della ciclovia che saranno collaudati e aperti ufficialmente all’utilizzo da parte dei cittadini: nonostante i cartelli e le segnalazioni, ciclisti e pedoni hanno calpestato la vernice fresca lasciando impronte e tracce di pneumatici con un effetto permanente molto impattante.

Nei giorni scorsi il presidente della Provincia Mario Pupillo ha convocato tutti i sindaci  dei Comuni su cui insiste la ciclovia insieme alle relative associazioni di Protezione civile per poter effettuare la resinatura in sicurezza e preservare la ciclovia dal passaggio di cittadini e ciclisti tutelando la lavorazione da  danneggiamenti.

Alla riunione erano presenti il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio, il sindaco di Torino di Sangro Nino Di Fonso e di Casalbordino Filippo Marinucci e rappresentanti di tutti gli altri comuni con relativi gruppi di Protezione Civile ovvero, Vasto, Ortona, Rocca S. Giovanni, S. Vito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I Comuni – riferiscono Pupillo e il consigliere Sputore - hanno dato la pronta disponibilità a inviare sui tratti da resinare la polizia municipale, la protezione civile per affiancare i movieri della ditta contrattualizzata per la resinatura e i dipendenti dell’ATI con capogruppo Cogepri e quindi permettere alla polizia provinciale i necessari controlli per impedire l’accesso sul tratto resinato per le sei ore successive affinché non si danneggi la vernice. La Provincia – aggiungono -  emetterà verbali e sanzioni ai trasgressori confidando nel senso di responsabilità e civico di cittadini nel rispettare i lavori di un’opera strategica e di eccezionale valore turistico che farà decollare l’economia dei territori”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento