menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Panoramica, il sindaco Ferrara agli autisti: "Non siamo scomparsi"

"Ci interessano i lavoratori e continueremo a tutelarli su un tavolo di trattative che per noi resta sempre aperto" afferma il sindaco intervenendo sulla questione dopo le accuse dei sindacati

"L'amministrazione comunale non è mai scomparsa: ci interessano i lavoratori e continueremo a tutelarli su un tavolo di trattative che per noi resta sempre aperto", parola del sindaco di Chieti, Diego Ferrara, intervenuto sulla vertenza della Panoramica dopo l’annuncio da parte dei sindacati del taglio di 300 euro agli autisti del servizio di trasporto pubblico cittadino dalla prossima busta paga.

Contestualmente, Cgil, Cisl, Cisal e Ugl hanno accusato l’amministrazione comunale di essere sparita in un momento cruciale per i lavoratori dell’azienda di trasporto locale.

"L'amministrazione che mi onoro di guidare e che dimostra ogni giorno, con azioni concrete, la voglia di riscattare gli sciagurati e, per fortuna, terminati dieci anni precedenti, caratterizzati da immobilismo ed ignavia non merita di essere accostata con termini così taglienti a scelte aziendali che fin dal primo momento abbiamo ritenuto e continuiamo a ritenere inopportune” replica oggi riferendosi ai toni usati dalle organizzazioni sindacali che lo stesso aveva chiamato a sedersi attorno ad un tavolo di conciliazione.

Con l'assessore Stefano Rispoli, il sindaco pochi giorni fa aveva manifestato la volontà, da attuare mediante imminenti atti amministrativi, di rimodulare trasporto pubblico locale che, come spiega “oltre a gettare nuove basi per il dialogo, ormai difficile tra i sindacati e la proprietà de La Panoramica S.r.l., avevano in seno anche i germogli per la potenziale risoluzione della controversia salariale”.

Nel ribadire che i diritti dei lavoratori saranno sempre tutelati dal Comune di Chieti, il sindaco conclude così: "Siamo disponibili a continuare ad occuparci di questo problema perché si arrivi a una soluzione, non siamo scomparsi, né scompariremo, anzi, da subito abbiamo dato corpo a un ruolo che è di mediazione, non avendo il Comune, in quanto istituzione, poteri taumaturgici, né la possibilità di promuovere azioni di forza".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento