Vertenza La Panoramica, l'azienda replica: "Contro-pacco di Natale da parte dei sindacati"

Secondo l'azienda di trasporto pubblico i sindacati hanno "buttato la palla fuori dal campo"

È arrivata la replica dell'azienda La Panoramica che gestisce il trasporto pubblico nel Comune di Chieti. Dopo l'incontro dello scorso giovedì i sindacati avevano attaccato l'azienda per aver "tagliato 300 euro agli autisti dalla busta paga di dicembre".  Le accuse dei sindacati Cgil, Cisl, Cisal e Ugl erano state estese anche al Comune tanto che il sindaco Ferrara il giorno seguente aveva replicato alle organizzazioni dei lavoratori.

Nel corso dello scorso incontro l'azienda specifica che "bisognava procedere all’esame delle rispettive proposte per l’incremento della produttività da inserire come elemento per irrobustire la nostra piattaforma per il rinnovo del contratto di secondo livello, già presentata da circa due mesi, contenente oltre 150 euro mensili dei circa 300 euro scaduti il 31 ottobre 2020. Con nostra grande sorpresa - si legge nella nota de La Panoramica - alla nostra formale proposta di aumento della produttività (riduzione di due turni) che avrebbe aggiunto ai predetti 150 euro un ulteriore importo di 60 euro euro mensili, le organizzazioni sindacali non hanno presentato alcuna proposta e hanno, invece, respinto la nostra proposta come 'irricevibile' in quanto i turni, a loro avviso, sono incomprimibili, ma di contro hanno confermato una posizione di irrinunciabilità al salario aziendale da noi disdettato, nonostante la pacifica perdita contributiva regionale in capo all'azienda di 500 mila euro annuali, già a partire dal 2016 e la cui la vicenda giudiziaria, da noi attivata dal 2017, non avrà alcun esito prima della fine del prossimo anno".

In sintesi, secondo La Panoramica, le organizzazioni sindacali "dopo essersi dichiarate disponibili ad aprire una regolare trattativa sindacale mettendo sul tavolo le loro proposte e chiedendo a noi di aggiungere le nostre (cfr. verbale di riunione dell’11/11/2020), hanno virato a 180 gradi non presentando alcuna proposta e respingendo la nostra. In gergo calcistico si può dire che hanno buttato la palla fuori dal campo".

Sull'accusa dei sindacati sul taglio di 300 euro come "pacco di natale" l'azienda replica: "ci sembra più corretto parlare di 'Contro-Pacco' di Natale dei sindacati che lasciano nel piatto l’equivalente del 70% delle scadute indennità di secondo livello a tutto danno dei lavoratori".

Infine La Panoramica precisa la situazione dell'azienda nei confronti della Regione:

1)    La Tua Spa ha un regolare contratto di servizio con cui la Regione gli garantisce rimborsi chilometrici maggiorati del 50% rispetto a quelli riservati alle private e quindi alla scrivente;
2)    Nessuna azienda privata operante nel TPL in Abruzzo ha un contratto di secondo livello paragonabile né a quanto da noi precedentemente erogato né a quanto da noi ora proposto come rinnovo. Anzi, la maggior parte delle aziende (oltre il 90%) non ha alcun contratto di secondo livello e, in tal modo, è loro possibile rispondere ai bandi di gara indetti da TUA Spa per i sub-affidamenti da cui l’Azienda Regionale ricava un ulteriore 25% di vantaggi economici da aggiungere ai già cospicui rimborsi chilometrici di cui al punto 1) che precede;
3)    L’AMA Spa di L’Aquila, che è l’azienda del Comune capoluogo di regione, ha disdettato a fine 2019 gli accordi di secondo livello per non portare i libri in tribunale e non ha, ad oggi, alcun nuovo accordo aziendale;
4)    Da quanto precede si può dedurre che la Regione Abruzzo riserva un trattamento privilegiato alla propria azienda, consentendole altresì il ricorso al sub-affidamento di alcuni lotti per svariati milioni di chilometri al fine di tenere in piedi il bilancio aziendale, mentre riserva a tutte le altre imprese, sia pubbliche che private, un trattamento decisamente al di sotto degli standard fissati dal Governo Nazionale (cfr. D.M. 157/2018 del 28/03/2018) che, sostanzialmente, ritroviamo applicati nel contratto di servizio di Tua Spa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • VIDEO-In Italia per girare lo spot della pasta De Cecco, multato per assembramenti l'attore Can Yaman

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

Torna su
ChietiToday è in caricamento