Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Gli assistenti educativi scolastici sono esclusi dal vaccino: Usb chiede a Regione e prefetto di aggiungere la categoria

Solo a Chieti sono 80 gli operatori di Chieti Solidale che svolgono questo importante servizio a supporto di alunni/e con difficoltà, disabilità o patologie gravi

Gli assistenti educativi scolastici non sono contemplati tra le categorie in servizio nelle scuole che, da ieri, oltre agli insegnanti, possono esprimere la manifestazione di interesse per sottoporsi al vaccino anti Covid. 

E l'Usb chiede che anche queste figure professionali abbiano la possibilità di prenotarsi per la vaccinazione. Lo ha fatto in una lettera firmata dal responsabile della Usb Abruzzo Luigi Iasci e Teodoro Pace di Usb Pubblica istruzione Scuola Abruzzo, inviata alla Regione, al dipartimento regionale di Sanità e ai quattro prefetti abruzzesi.

"Parliamo di diverse centinaia di lavoratori in tutta la regione - spiega Iasci - solo a Chieti il personale della Chieti Solidale addetto a tale importante servizio è di oltre 80 unità, che svolgono il proprio lavoro nelle scuole a supporto di alunni/e con difficoltà, disabilità e/o affetti da patologie importanti che necessitano di assistenza scolastica. La Regione Abruzzo, disattendendo le indicazioni fornite dalle linee guida ministeriali circa la specifica campagna di vaccinazione intrapresa, ha escluso che possano aderirvi le categorie di lavoratori appartenenti ad aziende private sia del settore educativo e di assistenza agli alunni con disabilità, che del settore delle mense scolastiche".

Dunque, la Usb ha chiesto alla Regione e, per conoscenza, ai prefetti "l’urgente modifica ed integrazione della apposita piattaforma online in modo che possa essere consentito a tutto il personale 'scolastico e non' di aderire all’iniziativa comprese, quindi, le maestranze della scuola dipendente di aziende/società/cooperative presente nei locali scolastici così come fatto nelle altre regioni italiane".

"Riteniamo - conclude il responsabile di Usb Abruzzo - che la nostra richiesta debba essere urgentemente accolta anche alla luce del progressivo aumento dei contagi nella nostra realtà e alla necessità di salvaguardare il diritto alla salute di chi è quotidianamente a contatto con soggetti fragili quali gli studenti/alunni con disabilità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli assistenti educativi scolastici sono esclusi dal vaccino: Usb chiede a Regione e prefetto di aggiungere la categoria

ChietiToday è in caricamento