rotate-mobile
Attualità Colle dell'Ara

Stop ai vaccini: il Pala Colle dell'Ara torna ad essere struttura sportiva (Covid permettendo)

La Asl ha comunicato all’amministrazione comunale che non si ravvisano le condizioni e la necessità di tenere aperto l’hub come centro vaccinale, chiedendo però all’ente di poter mantenere la disponibilità della struttura fino al 31 gennaio

Dal primo febbraio il Pala Colle dell’Ara, attuale hub vaccinale, tornerà nelle disponibilità del Comune di Chieti per le attività sportive.

È di ieri la missiva ufficiale della Asl 02 che comunica all’amministrazione comunale che non si ravvisano le condizioni e la necessità di tenere aperto l’hub come centro vaccinale, chiedendo però all’ente di poter mantenere la disponibilità della struttura fino al 31 gennaio, qualora la situazione epidemiologica dovesse nuovamente tornare in emergenza.

Il palazzetto, non molto distante dall'università d'Annunzio, com’è noto, nei mesi scorsi era stato dato in comodato d’uso alla Asl di Chieti perché assolvesse al ruolo di hub vaccinale. Inizialmente l’accordo prevedeva la restituzione della struttura a giugno.

“Torneremo ad avere la disponibilità del palazzetto a gennaio e lo metteremo subito a disposizione della città per lo sport – annunciano il sindaco Diego Ferrara e gli assessori a Sanità e Sport Fabio Stella e Manuel Pantalone - . Avvieremo a breve tutte le procedure di evidenza pubblica per l’affidamento della gestione della struttura a un soggetto dell’ambito sportivo, perché già dal primo di febbraio possa tornare pienamente fruibile".

Gli amministratori ricordano di essere in attesa delle anticipazioni dei fondi del Pnrr assegnati al Comune per l’efficientamento energetico della struttura, lavori che potranno avvenire senza alcuna interruzione dell’attività.

"Ci auguriamo - concludono - che nei prossimi mesi sia nuovamente lo sport ad occupare il palazzetto e che, dunque, non torni ad essere allarmante l’emergenza Covid, tanto da dover ricorrere nuovamente all’utilizzo di un hub aperto a tutto il territorio, com’è successo durante l’anno peggiore della pandemia, in cui la localizzazione del centro vaccinale in quei locali è stata fondamentale per poter rispondere a tutte le esigenze di Chieti, della provincia e dell’area vasta”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai vaccini: il Pala Colle dell'Ara torna ad essere struttura sportiva (Covid permettendo)

ChietiToday è in caricamento