rotate-mobile
Attualità

Vaccinazioni caregiver e familiari: nuova piattaforma per la manifestazione di interesse

Chi aveva già aderito non deve iscriversi nuovamente e può verificare che la procedura sia andata a buon fine semplicemente inserendo i propri dati sul portale sanità della Regione Abruzzo

Cambiano le modalità per la vaccinazione a caregiver e familiari conviventi dei disabili gravi. 

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando in tanti avevano denunciato la disparità organizzativa nelle varie postazioni dedicate ai vaccini anti Covid, la Regione ha deciso di "riordinare e semplificare le diverse procedure che si sono succedute tra i due piani vaccinali nazionali". 

Dalla tarda mattinata di oggi (mercoledì 31 marzo), sarà disponibile sul portale dedicato una nuova piattaforma telematica regionale, riservata proprio ai caregiver e ai familiari conviventi dei disabili gravi (ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 3 e che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto).

Il servizio regionale Sanità Digitale ha proceduto alla verifica di tutti i dati dei caregiver già iscritti allo sportello telematico, trasferendoli sulla nuova piattaforma. Chi, dunque, aveva già aderito non deve iscriversi nuovamente e può verificare che la procedura sia andata a buon fine semplicemente inserendo i propri dati sul portale.

“Dallo scorso 18 gennaio – spiega l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì – le linee guida nazionali sulle vaccinazioni che si sono susseguite hanno creato alcune difficoltà per l’adesione dei caregiver alla campagna. Ci sono stati, ad esempio, ultra 80enni con disabilità che si erano iscritti alla piattaforma solo per età e senza indicare il nominativo del soggetto che si prende cura di loro. Di qui la decisione di procedere a un riordino dei dati e all’apertura di una piattaforma per le manifestazioni di interesse specificatamente dedicata”.

Il caregiver può iscriversi alla piattaforma utilizzando il suo codice fiscale e il suo numero di tessera sanitaria, completando la domanda con il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria della persona di cui si prende cura. È possibile accedere anche con il solo codice fiscale, ma in questo caso dovranno essere compilati manualmente tutti i campi richiesti affinché l’istanza sia valida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni caregiver e familiari: nuova piattaforma per la manifestazione di interesse

ChietiToday è in caricamento