Vaccini, l'assessore regionale Verì: "No allarmismi, le dosi ci sono"

L’assessore regionale alla Salute fa chiarezza sulla situazione degli approvvigionamenti dopo le dichiarazioni delle opposizioni nei giorni scorsi

Dopo la denuncia del capogruppo del Pd in consiglio regionale, Silvio Paolucci, che dopo due accessi agli atti aveva lanciato l'allarme sulla mancanza di ben 200mila dosi di vaccini antinfluenzali in Abruzzo, arriva la replica dell'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, che rassicura: "Non c’è alcuna carenza preoccupante di dosi e dal prossimo ottobre, come stabilito dalla giunta regionale, sarà possibile sottoporsi alla vaccinazione”.

Verì spiega che le carenze nell’approvvigionamento non sono legate a ritardi nelle procedure regionali, ma  condizioni di mercato mutate a causa del Covid, con gli operatori economici che hanno dirottato le scorte sulle gare, più consistenti, delle Regioni più grandi. 

“Delle 240mila fantomatiche dosi mancanti – specfica – 124mila sono già state recuperate dall’Aric attraverso altre procedure, mentre altre 92mila verranno recuperate dalle Asl sui lotti già aggiudicati. Le altre 20mila, infine, saranno garantite con i meccanismi di compensazione tra Regioni, gli stessi utilizzati ogni anno nel corso della campagna antinfluenzale. Appare chiaro, quindi, che non c’è alcuna emergenza e invito l’opposizione a non cercare visibilità denunciando problemi che non esistono”.

La campagna vaccinale per il prossimo autunno/inverno ha visto introdotte novità da parte del governo regionale: l'estensione della vaccinazione gratuita per l’età pediatrica e la riduzione da 65 a 60 anni l’età per la gratuità del vaccino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento