Università post Covid, innamorata di Chieti si laurea alla D’Annunzio, gli amici: “Le abbiamo donato la presentosa”

La neolaureata Mara Simone, di origine campana, è tra le prime ad aver discusso la tesi in presenza. Sogna di restare a vivere nel capoluogo teatino

Una delle prime laureate in presenza nell’ateneo teatino è Mara Simone che si è laureata nell’ateneo teatino in Filologia linguistica e tradizioni letterarie

“Mara ama Chieti e spera di restare a vivere qui”. A dirlo sono gli amici di Mara Simone, ragazza di origine campana, neolaureata in Filologia linguistica dell’università D’Annunzio, tra le prime nell’ateneo teatino ad aver discusso la tesi in presenza lo scorso 14 luglio.

Le sedute di laurea, dallo scorso 1 luglio, infatti vengono svolte esclusivamente in presenza, con accesso a non più di tre candidati alla volta accompagnati da un massimo di cinque persone per ciascun laureando.

“Mara è legatissima a Chieti e all’Abruzzo – dicono gli amici teatini - per il futuro si augura di rimanere a lavorare nella nostra terra. Sapendo del suo amore verso la nostra regione le abbiamo regalato la ‘presentosa'  il tradizionale gioiello  femminile abruzzese indossato dalle donne nelle occasioni di festa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento