Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Tunnel pedonale largo Barbella: l'apertura slitta ancora

L'eterna incompiuta doveva essere attiva da luglio. Tutto rinviato a settembre

Sembrava davvero la volta buona ma così non è stato. Rinviata ancora la data di apertura del tunnel che collega il terminal bus a largo Barbella. Due mesi fa a Chieti erano arrivati i tecnici dell'Ustif, Ufficio speciale trasporti a impianti fissi per il collaudo dell'impianto. Un'operazione condotta nei minimi dettagli, valutando anche la possibilità di blocchi del sistema. Entro luglio l'amministrazione comunale si attendeva di poter consegnare alla città il tunnel c sarà aperto e percorribile ma di nuovo tutto è rinviato di almeno un mese.

"Noi come amministrazione comunale - spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Stefano Rispoli - abbiamo fatto tutto quanto ci è stato richiesto. Un mese fa - ricorda Rispoli - nel sopralluogo abbiamo definito il sistema antincendio, la passerella percorribile dai soccorritori e tutto quanto richiesto dal verbale firmato dall'ingegner Dino Pignatelli che ora ha inoltrato delle altre richieste relative al piano sicurezza che va aggiornato secondo le recenti informative".

L'assessore e i tecnici dell'Ustif sono in costante aggiornamento e novità sono previste dopo il 30 agosto "nel frattempo proseguono le verifiche per garantire la massima sicurezza".

Slitta ancora, dunque, la data di apertura al pubblico dell'eterna incompiuta che da oltre un decennio la città attende tra collaudi e varie prove tecniche effettuate e addirittura inaugurazioni da parte delle istituzioni. Il collegamento veloce, che dal terminal bus conduce in centro storico, a un passo da corso Marrucino, è ormai completato da tempo, ma le operazioni di collaudo non sono ancora terminate.

Dall’ingresso, la galleria si sviluppa per 150 metri con pendenza del 2,5% a circa 47 metri di profondità e, con i due ascensori previsti dal progetto, si arriva a largo Barbella. La fermata di uno dei due ascensori (con capacità di 21 persone e una velocità di 2,5 metri al secondo) è sul piano archeologico di largo Barbella: questo rende possibile la vista di alcuni reperti rinvenuti durante la prima fase dei lavori preliminari. I lavori sono partiti nel 2010, ma nel 2012 si sono subito interrotti a causa di problemi con la ditta che li stava realizzando, che in seguito è fallita. Nel 2017 il cantiere è stato rimesso.

L'apertura del tunnel ha un'importanza cruciale per il capoluogo teatino in considerazione del fatto che da un anno e mezzo a questa parte la scala mobile che collegava terminal bus di via Gran Sasso e via Asinio Herio è chiusa e oggetto di appalto per la sua demolizione e successiva ricostruzione. Al momento l’unico collegamento tra il terminal bus e il cuore del centro storico teatino, resta via Carlo Madonna, una stradina dalle pendenza a dir poco proibitiva.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tunnel pedonale largo Barbella: l'apertura slitta ancora

ChietiToday è in caricamento