rotate-mobile
Attualità

Via libera del governo alla legge regionale sullo screening al tumore mammario

In particolare, la norma istituisce il programma di “Consulenza Genetica Oncologica” assicurato a tutte le persone affette da tumore della mammella e dell’ovaio

Il consiglio dei ministri, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Roberto Calderoli, ha esaminato 36 leggi delle Regioni e delle Province autonome. Tra queste era presente anche la legge della Regione Abruzzo numero 27 del 9 giugno 2023, “Misure per il potenziamento dello screening di popolazione sul tumore mammario e istituzione del programma di valutazione del rischio per pazienti e famiglie con mutazioni geniche germinali”.

Attraverso il lavoro di revisione degli uffici consiliari e all’impegno correttivo assunto dal presidente della giunta regionale, sono state superate le osservazioni del governo nazionale tutelando l’impianto generale del testo normativo, consentendo la non impugnazione della legge.

In particolare, la norma istituisce il programma di “Consulenza Genetica Oncologica” assicurato a tutte le persone affette da tumore della mammella e dell’ovaio o a rischio per una predisposizione di tipo familiare, allo scopo di programmare eventuali misure di sorveglianza clinica e strumentale, nel rispetto delle linee guida nazionali e internazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera del governo alla legge regionale sullo screening al tumore mammario

ChietiToday è in caricamento