menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il trofeo delle pari opportunità a sostegno del centro antiviolenza Alpha

Ad aggiudicarsi il trofeo, all'ippodromo di San Giovanni Teatino, è stato Alberto Foà, giornalista e cantautore. A consegnare il premio la presidente della commissione Pari Opportunità della Regione, Maria Franca D'Agostino

Iniziativa di solidarietà dal mondo sportivo nei confronti delle donne vittime di violenza ieri all'ippodromo d'Abruzzo di San Giovanni Teatino. Qui si è tenuta una gara di trotto, con la partecipazione dell’associazione Le Stelle, di cui fanno parte tra gli altri, personaggi conosciuti del mondo dello spettacolo, che hanno gareggiato con finalità di solidarietà e consentito di raccogliere dei fondi per il centro antiviolenza Alpha di Chieti. Ad aggiudicarsi il trofeo delle Pari Opportunità è stato, con il cavallo Winner Best, Alberto Foà, giornalista e cantautore, che ha raccolto con gli altri membri dell’associazione, la sfida di sensibilizzazione e reperimento fondi, per progetti volti a contrastare gli effetti del Covid e per il centro antiviolenza sulle donne.

A consegnare il premio al vincitore è stata la presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, l’avvocato Maria Franca D'Agostino. “Sono molto soddisfatta – le sue parole - dell’iniziativa di oggi che coinvolge lo sport e lo spettacolo, settori attualmente in grande difficoltà a causa del covid,peruna sfida di solidarietà in favore delle donne vittime di violenza. La somma raccolta di 400 euro è stata devoluta al centro antiviolenza Alpha di Chieti, che ha avuto un incremento di richieste di aiuto dell’80% subito dopo il primo lockdown. Il trofeo Pari Opportunità, rappresenta l’anno zero, nella speranza di poter replicare questa iniziativa per i prossimi anni, raccogliendo maggiori fondi e coinvolgendo anche gli altri Centri antiviolenzapresenti nella regione”.

La responsabile del centro antiviolenza Alpha, Maria Laura Di Loreto, intervenuta alla premiazione, ha dichiarato:  “Questa giornata, dimostra come tutti possono coinvolgersi nel tutelare le donne vittime di violenza anche con piccoli gesti che possono aiutarle e sostenerle. Noi che lavoriamo nei centri antiviolenza siamo in prima linea, ma è chiaro che è necessaria la presenza di una rete istituzionale e sociale”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento