rotate-mobile
Attualità

Tribunali minori abruzzesi, no alla proroga fino al 2024: si va verso l'accorpamento

Bocciato l'ordine del giorno del deputato abruzzese Andrea Colletti (L’Alternativa C’è)

 “Dopo una lunga discussione, l’aula della Camera ha bocciato il mio ordine del giorno finalizzato a prorogare fino al 2024 l’attività dei tribunali minori abruzzesi, e cioè quelli di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto“. 

Lo afferma il deputato abruzzese Andrea Colletti (L’Alternativa C’è), che nei giorni scorsi aveva già presentato un analogo emendamento al decreto legge 30 settembre 2021, n.132, poi dichiarato inammissibile dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

A questo punto l’unica strada percorribile è l’eventuale accorpamento Avezzano – Sulmona e Vasto – Lanciano.

“Il provvedimento – dice il deputato – è stato bocciato dalla maggioranza parlamentare che esprime questo Governo. Già nei giorni scorsi il presidente della commissione Affari costituzionali, Giuseppe Brescia, del Movimento 5 Stelle, aveva dichiarato inammissibile il mio emendamento, a dimostrazione di come nessun gruppo di maggioranza, al di là delle dichiarazioni di facciata, avesse intenzione di fare nulla per questi quattro presidi”.

A pagarne le conseguenze secondo Colletti "sarà il territorio,  mantenere aperti i tribunali avrebbe voluto dire anche tutelare le economie locali, già duramente colpite dalla crisi conseguente alla pandemia. Il rischio, ora, è che le conseguenze socioeconomiche siano pesantissime”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunali minori abruzzesi, no alla proroga fino al 2024: si va verso l'accorpamento

ChietiToday è in caricamento