rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

Travolti da una valanga: a due anni dalla tragedia l'Abruzzo ricorda gli "angeli del Velino"

Commemorazione per i quattro escursionisti di Avezzano che morirono il 24 gennaio 2021 travolti da una valanga sul Monte Velino

Oggi è il giorno nero del Velino, l'Abruzzo intero ricorda Valeria, Gianmarco, Gian Mauro e Tonino. Di fronte al monumento di roccia dedicato ai 4 Angeli, si è tenuta questo pomeriggio ad Avezzano una toccante commemorazione.

La sera del 24 gennaio di due anni fa incominciò un percorso tortuoso per i cuori della comunità marsicana e abruzzese, ma soprattutto per chi aveva vissuto, fino ad allora, ogni singola gioia, ogni singolo sorriso e ogni singolo gesto di quotidianità di Valeria, Gianmarco, Gian Mauro e Tonino, gli angeli del Monte Velino, strappati alla vita da una valanga.

"Il nostro prefetto che oggi è qui presente, la dottoressa Cinzia Torraco - ha detto il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio - ricordo benissimo che non fece mollare nemmeno per un solo istante le ricerche sul Velino. Saluto i genitori, i loro parenti e tutti coloro che sono qui riuniti nella giornata del dolore. Come città di Avezzano, abbiamo voluto, assieme anche ai sindaci dei Comuni di Massa d'Albe e Magliano dei Marsi, Nazzareno Lucci e Pasqualino Di Cristofano, dedicare a loro, per questo triste anniversario, il nostro pensiero. Il loro ricordo, anche attraverso questo monumento che guarda alla nostra montagna, va preservato e mantenuto. Impossibile dimenticare la macchina dei soccorsi e dell'assistenza: da parte di addetti e volontari ci fu la massima e completa disponibilità. Voglio ricordare oggi anche il mio caro amico Sbardella, che per primo si adoperò per trovare, dopo il loro 'ritorno a casa', un simbolo che potesse legarci ai nostri ragazzi, ovvero questa roccia genuina, come genuine erano le loro passioni".

Alla fine della breve commemorazione, è stata letta una poesia (Quando la neve si scioglie) scritta dal compianto Giammarco De Vincentis, scrittore di San Benedetto dei Marsi, stroncato recentemente da una gravissima malattia: anche lui guerriero e appassionato della vita come i 4 angeli. Alle 17.30, infine, tra le mura della cattedrale dei Marsi, è stata celebrata la santa messa in ricordo dei quattro escursionisti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolti da una valanga: a due anni dalla tragedia l'Abruzzo ricorda gli "angeli del Velino"

ChietiToday è in caricamento