Torrentismo: a Palena lo sport più avventuroso dell'estate nelle acque del fiume Aventino

Si tratta di uno sport outdoor adatto a tutti, compresi ragazzi dai 10 anni in su, praticato tra giugno e fine ottobre a corpo libero saltando cascate e nuotando nelle pozze alla ricerca di adrenalina. Il percorso si svolge in un tratto di un 1 km

Iniziata già con grandi numeri la nuova stagione del torrentismo a Palena, uno dei centri turistici più belli della provincia di Chieti. Dopo lo strepitoso successo riscontrato nell’estate 2017 (superate le 1.000 presenze sul fiume Aventino) saranno mesi di grande sport per gli appassionati di quello che si avvia sin da ora a diventare senza ombra di dubbio uno dei maggiori fenomeni dell’estate 2018. “Abruzzo Adventures” cura questo secondo anno di Torrentismo nel segno dello spirito di un’avventura a contatto con la natura e lo splendido paesaggio della nostra regione, in particolare quello di Palena.

Il Torrentismo è nato nel 2012 da un’intuizione di due amici, Domenico Rattenni e Luca Di Cino, desiderosi di valorizzare ancor di più il territorio di Palena con l’associazione Alto Aventino (APT).

Si tratta di uno sport outdoor praticato tra giugno e fine ottobre a corpo libero saltando cascate e nuotando nelle pozze alla ricerca di adrenalina. Il percorso si svolge in un tratto di un 1 km nel Fiume Aventino nel comune di Palena. L'attività è adatta a persone di età dai 10 anni in su. L’organizzazione fornisce ai partecipanti la muta integrale, giubbotto salvagente e caschetto.

I partecipanti devono essere forniti di scarpe da ginnastica o da trekking, un costume, una maglietta intima da indossare sotto la muta e un ricambio per fare la doccia alla fine del percorso. Prima di iniziare la pratica si spiega ai partecipanti in cosa consiste il Torrentismo: ambientamento in acqua, linguaggio visivo per la sicurezza ed il primo salto (3mt), tratto di acqua trekking per arrivare al secondo salto (5mt), un altro tratto di acqua trekking per arrivare al terzo salto trasformato in uno scivolo naturale.

Si ripercorre infine un bel pezzo di acqua trekking per arrivare all’ultimo salto, il quarto, che comprende vari livelli di altezza (3mt, 5mt e l’adrenalinico da 8mt di altezza che è facoltativo). Tutte le operazioni sono seguite da guide specializzate e vengono eseguite nella massima sicurezza.

Da giugno a settembre 2017 in tantissimi si sono avvicinati alla pratica del Torrentismo: registrate presenze anche dall’estero (Inghilterra, Germania, Francia e ultimamente anche Israele) e da tutta Italia (dal Trentino Adige alla Sicilia).

Per informazioni, si possono contattare i numeri 335.1650598;   333.4553904;   392.6500178    o cliccare su www.abruzzoadventures.it   www.torrentismoabruzzo.it. 

Si può accedere ogni giorno, alle 9, alle 10, alle 11, alle 12, alle 14, alle 15, alle 16 e alle 17. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

Torna su
ChietiToday è in caricamento