Attualità

Coronavirus, anche in Abruzzo lo screening di massa: arrivano i primi 200 mila tamponi rapidi

Il commissario straordinario Arcuri ha accolto la richiesta del presidente Marsilio: si inizia dalla provincia dell'Aquila, che attualmente ha il numero maggiore di contagi

Al via in Abruzzo la campagna di screening sulla popolazione per accertare l'incremento del contagio da Covid 19. Il commissario straordinario Domenico Arcuri, infatti, ha accolto la richiesta del presidente della Regione Marco Marsilio.

Mercoledì (25 novembre), arriveranno 200 mila tamponi antigenici rapidi, per consentire l’avvio della campagna di screening massivo, che partirà dalla provincia dell’Aquila.

"Al fine di mettere in moto la macchina organizzativa - spiega Marsilio - ho affidato all’Agenzia di Protezione Civile, nella persona del direttore Mauro Casinghini, la guida e il coordinamento di tutte le istituzioni e i soggetti coinvolti. Ringrazio nuovamente per la piena e sincera collaborazione il commissario Arcuri e il ministro Speranza, che hanno accolto la mia richiesta di replicare in Abruzzo quanto fatto in Alto Adige". 

Nel pomeriggio di oggi, le Asl dell’Aquila e di Bolzano si collegheranno in videoconferenza per proseguire lo scambio di informazioni utili per arrivare il prima possibile a ripetere l’operazione nel nostro territorio”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, anche in Abruzzo lo screening di massa: arrivano i primi 200 mila tamponi rapidi

ChietiToday è in caricamento