menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il liceo scientifico Galilei di Lanciano (immagine d'archivio)

Il liceo scientifico Galilei di Lanciano (immagine d'archivio)

Telecamere davanti alle scuole contro lo spaccio di stupefacenti a Lanciano: due impianti per ogni istituto

Un finanziamento di 21mila euro, derivanti dal progetto "Scuole sicure" del ministero dell'Interno, permetterà già nei prossimi giorni di installare gli occhi elettronici

Telecamere davanti alle scuole superiori di Lanciano, come deterrente contro lo spaccio di stupefacenti. È in arrivo un finanziamento di 21mila euro, derivanti dal progetto "Scuole sicure" del ministero dell'Interno, che il settore Pubblica istruzione investirà per l'acquisto di 14 telecamere. 

Nei prossimi giorni, gli occhi elettronici saranno installati davanti ai sette istituti superiori della città. Gli impianti, nel dettaglio, consentiranno di controllare da remoto, attraverso un collegamento con la polizia, quello che avviene al di fuori delle scuole.

Saranno posizionate due telecamere per ognuno degli istituti superiori cittadini: il liceo classico Vittorio Emanuele, il liceo artistico Palizzi, l'istituto magistrale De Titta, il liceo scientifico Galilei, l'istituto tecnico e commerciale Fermi, l'istituto tecnico Da Vinci, l'istituto professionale De Giorgio. 

Nell’ambito del progetto, una quota importante del finanziamento è, inoltre, destinata allo svolgimento di momenti formativi organizzati dalla Camera penale di Lanciano, in collaborazione con le forze dell’ordine (tra le altre sarà coinvolta anche la polizia municipale), e finalizzati alla sensibilizzazione dei ragazzi contro l’uso di sostanze stupefacenti e a una corretta informazione sulla normativa di riferimento, sul trattamento sanzionatorio penale ed amministrativo.

Si terrà un incontro online per ogni istituto, della durata di due ore, con moduli da mezz’ora. L’installazione degli impianti e gli incontri formativi avverranno nell’arco di un mese a partire da metà aprile, in base alle disponibilità delle varie scuole. 

"In quest’ultimo anno la pandemia ci ha rallentato ma già dalla scorsa estate avevamo intercettato questi fondi - dice l’assessore alla Pubblica istruzione Giacinto Verna - anche se le scuole superiori non sono di diretta competenza del Comune, non abbiamo esitato a destinare queste risorse alla prevenzione dell’uso di stupefacenti, un tema importante per i ragazzi di quella fascia d’età. A giorni partiranno i lavori per installare le telecamere che entreranno a pieno regime dal prossimo anno quando, sono fiducioso, la situazione Covid nelle scuole si sarà normalizzata. Ringrazio il funzionario Davide Di Pilato, che in questi mesi ha seguito tutto l’iter amministrativo, e la consigliera comunale Paola Zulli, che mi ha supportato nell’organizzazione degli incontri formativi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento