Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Fossacesia

Attivate le telecamere nell'area pedonale dell'abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia

Occhi elettronici sul tratto di strada comunale che, a partire dall'intersezione con via Mario Bianco a valle, conduce alla stessa abbazia

Sono attive a partire da oggi (martedì 1° giugno) le telecamere per il controllo dell’area pedonale nella zona antistante il complesso monastico di San Giovanni in Venere, nel tratto di strada comunale che, a partire dall'intersezione con via Mario Bianco a valle, conduce alla stessa abbazia.

L’area pedonale interessa inoltre il tratto di strada antistante la struttura Villa Mayer, a partire dall'intersezione con la strada ad uso delle abitazioni e attività ivi insediate. L'ordinanza, pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Fossacesia, nella sezione Albo Pretorio, specifica che nell'area interessata dal controllo delle telecamere è vietata la sosta a tutti i veicoli ad eccezione di quelli autorizzati, cioè mezzi delle forze di Polizia e di Soccorso, dell'amministrazione comunale, dei volontari della Protezione Civile, per la raccolta dei rifiuti e pulizia delle strade persone diversamente abili autorizzati ai sensi dell' articolo 188 del codice della strada, veicoli muniti di autorizzazione temporanea per particolari o straordinarie esigenze, delle società erogatrici di pubblici servizi (acqua, gas, elettricità ecc.), del servizio postale. I velocipedi dovranno essere portati a mano.

Nel tratto di strada compresa tra l'intersezione con via Mario Bianco (a valle) ed il convento, invece, è consentita la circolazione, limitatamente al transito per accedere alle aree appositamente individuate per la sosta, solo previo rilascio dell'autorizzazione e solo ai veicoli in uso o di proprietà dei Padri Passionisti dell'abbazia di San Giovanni in Venere. L’autorizzazione, inoltre, viene rilasciata dietro comunicazione degli estremi dei mezzi e sempre limitatamente al transito per accedere alle aree appositamente individuate anche per la sosta di autorità ecclesiastiche, al servizio della città del Vaticano, ministeriali, della Soprintendenza.

“L’attivazione delle telecamere nell’area pedonale di San Giovanni in Venere è necessaria per aumentare i controlli e la sicurezza di una zona che vede un’affluenza di persone notevole – precisa il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio - Infatti San Giovanni in Venere è tra le mete più frequentate ed è, proprio per le sue particolari caratteristiche, il luogo prescelto per eventi e manifestazioni religiose e pubbliche. Siamo convinti che porre limitazioni alla circolazione di auto, moto e a breve anche biciclette, attraverso l’istituzione della videosorveglianza, in una delle aree più belle e affascinanti della nostra regione e d'Italia dev’essere letta come una dovuta forma di garanzia e necessaria azione di salvaguardia e rispetto del luogo”.

L'assessore alla Mobilità della rete viaria e alla Sicurezza, Giovanni Finoro, precisa che “il controllo dell'accesso, che sarà evidenziato da una adeguata segnaletica verticale, garantirà una migliore fruibilità pedonale dell'area. Il varco sarà controllato attraverso un sistema automatizzato e continuo, mediante l'utilizzo di telecamere omologate dal ministero delle infrastrutture e dei Trasporti. San Giovanni in Venere è sempre più scelta per celebrare matrimoni e abbiamo previsto che nelle aree prossime all'abbazia sarà consentito l'accesso all'autovettura degli sposi, che potranno sostare nelle aree debitamente individuate. I veicoli dei fotografi o di quanti saranno impegnati nell'organizzazione degli eventi dovranno invece limitarsi alle sole operazioni di carico e scarico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivate le telecamere nell'area pedonale dell'abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia

ChietiToday è in caricamento