Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

Taxi e noleggio con conducente per accompagnare gli anziani a fare il vaccino: la proposta di Cna

Il ministero dei trasporti ha stanziato 132mila euro a favore del Comune da poter usare come "buoni viaggio", aiutando chi deve fare il vaccino e una categoria particolarmente vessata dalla crisi

Usare taxi e noleggio con conducente per accompagnare anziani e persone fragili a fare il vaccino. È la proposta avanzata dalla Cna al Comune di Chieti. 

Come spiega la direttrice Letizia Scastiglia, il ministero dei Trasporti ha stanziato a favore del Comune 132mila euro da poter usare come "buoni viaggio" per chi deve sottoporsi a vaccino e non ha la possibilità di farsi accompagnare. Inoltre, sarebbe una buona opportunità di reddito per categorie particolarmente colpite dalla crisi provocata dalla pandemia, come tassisti e titolari di licenze con guidatore, i cosiddetti Ncc.

"Quelle risorse - ricorda Scastiglia - sono state stanziate dell’allora ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del governo “Conte 2“, Paola De Micheli, con un decreto datato 6 novembre 2020, con ben 35 milioni di euro di dotazione complessiva: somma ripartita tra le città capoluogo di provincia e delle aree metropolitane, che ci risultano già accreditate, proprio per favorire il trasporto pubblico di anziani, persone fragili e dalla mobilità ridotta con mezzi alternativi a bus di linea".

A detta della Cna, adesso questa risorsa può essere destinata per rendere più agevole e sicuro lo spostamento delle persone verso i luoghi pubblici designati per la campagna di vaccinazione: "Luoghi che a Chieti – afferma ancora Scastiglia - presentano problematiche connesse al collegamento con le diverse zone della città: si potrebbe lasciare a casa l’auto privata e spostarsi con taxi ed Ncc".

"La misura oltretutto - prosegue Scastiglia - avrebbe il vantaggio di favorire l’attività di categorie ridotte davvero dalla pandemia allo stremo, e che sin qui non hanno potuto contare su sostegni di sorte: tuttavia adesso occorre procedere a grande velocità, guardando alla scadenza del finanziamento e studiando gli strumenti più facili e celeri per favorire l’erogazione dei fondi ai destinatari, che sono le persone fisiche: potrebbero ad esempio essere studiati dei voucher da emettere online all’atto della prenotazione del viaggio. In questo senso diverse amministrazioni comunali italiane si sono già mosse elaborando bandi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi e noleggio con conducente per accompagnare gli anziani a fare il vaccino: la proposta di Cna

ChietiToday è in caricamento