Covid-19, al via i test di massa a Chieti e in altri 8 comuni della provincia "a più alto rischio"

Si inizia sabato 16 gennaio da Guardiagrele. Il prefetto istituisce un tavolo ristretto per screening e vaccinazione

In provincia di Chieti al via lo screening di massa per Covid-19 nei comuni classificati "a rischio più alto". Si è riunito questa mattina s il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto Armando Forgione per organizzare i tamponi antigenici su ampia scala e la vaccinazione. 

Il prossimo fine settimana Guardiagrele sarà il primo comune dove verrà eseguito lo screening di massa: una decisione scaturita dall’analisi dei dati epidemiologici che vedono i contagi in crescita nel comune montano, entrato nell’elenco degli otto a più alto rischio epidemiologico. Qui, sabato 16 e domenica 17 gennaio, lo screening di massa coinvolgerà i medici di medicina generale e saranno attivati quattro punti per l’esecuzione dei tamponi.

Nell’ultimo weekend di gennaio, invece, toccherà a Chieti, Lanciano, Vasto, Ortona, San Salvo, San Giovanni Teatino, Francavilla al Mare e all’Istituto Alberghiero di Villa Santa Maria su espressa richiesta del sindaco Pino Finamore (il comune accoglie studenti di tutto l’Abruzzo e anche di altre regioni). 

"L’organizzazione che mettiamo in campo per lo screening dovrà essere pienamente efficiente - sottolinea il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael - perché è la stessa che sarà usata per la vaccinazione non appena ci sarà concesso di aprire alla popolazione. Abbiamo bisogno, perciò, della collaborazione di tutte le istituzioni, alle quali chiediamo anche di aiutarci a sensibilizzare la popolazione. Contiamo su una partecipazione molto ampia, soprattutto al test con i tamponi antigenici, che ci permetterà di identificare e isolare, attraverso gli asintomatici, nuovi focolai".

Il prefetto ha anche istituito un tavolo di lavoro ristretto con la funzione di affiancare Comuni e Asl nell’organizzazione sia dello screening che della campagna vaccinale. Ne faranno parte un rappresentante per ciascuna istituzione: Prefettura, Asl, Protezione civile, Forze dell’ordine, Provincia, università o scuola a seconda delle realtà territoriali. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento