Attualità

"Tamponi rapidi alle donne vittime di violenza": la proposta delle consigliere teatine

Una mozione presentata da Barbara Di Roberto (Pd), Valentina De Luca (Pd) e Giulia De Gregorio Porta (Chieti per Chieti) in occasione della Giornata internazionale della donna

"Iter certo e luoghi ad hoc per i tamponi rapidi alle donne vittime di violenza". Questo il contenuto della mozione presentata, in occasione della festa delle donne, dalle consigliere Barbara Di Roberto (Pd), Valentina De Luca (Pd) e Giulia De Gregorio Porta (Chieti per Chieti).

Le consigliere di maggioranza chiedono "un impegno di interlocuzione istituzionale presso la Regione Abruzzo, sulla definizione certa ed efficace dell’iter col quale le donne vittima di violenza possano effettuare tamponi rapidi per la presa in carico nei Centri Anti-violenza in generale, e presso la struttura teatina in particolare".

Le vittime, ad oggi, per essere prese in carico dalla rete antiviolenza, entrando in case rifugio (qualora il tampone è negativo) o in case Covid (se è positivo) devono necessariamente sottoporsi al tampone rapido.

Attraverso la loro richiesta Di Roberto, De Luca e De Gregorio Porta chiedono un "immediato e gratuito tampone antigenico veloce in strutture sanitarie definite e certe, nonché sempre disponibili. La Regione Abruzzo, con ordinanza numero 104 del 25 novembre 2020, sembra aver disciplinato tale possibilità di accesso, e tutela immediata, ricomprendendo le donne vittime di violenza nella definizione di 'fragilità'. A ben vedere però, a partire da quella data in cui si celebrava la Giornata di contrasto alla violenza di genere, non vi è stata nessuna individuazione e comunicazione sui territori di quali fossero i laboratori pubblici e privati, i medici eventuali, i modi e i luoghi per effettuare tamponi di screening rapidi per quelle donne a cui si è semplicemente detto: ne avete diritto gratuito con autocertificazione qui allegata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tamponi rapidi alle donne vittime di violenza": la proposta delle consigliere teatine

ChietiToday è in caricamento