Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Attualità

Il docufilm prodotto dai teatini di Take me back finalista come miglior documentario in Messico

Si chiama Serendip la pellicola nata dal progetto di Antonio Di Leonardo e Andrea Mariani e girata da Marco Napoli, originario di Francavilla al Mare, che da qualche anno vive stabilmente a New York

“Serendip”, il docufilm di Take me back, è finalista della categoria miglior documentario in Messico. Un successo tutto teatino, nato dal progetto di Antonio Di Leonardo e Andrea Mariani, di Chieti, e girato da Marco Napoli, originario di Francavilla al Mare, che da qualche anno vive stabilmente a New York.

La pellicola è stata selezionata per il festival internazionale del cinema “Valle Film Fest” di Valle De Bravo, in Messico. Girato in Sri Lanka, il docufilm tratta di valori fondamentali come aiuto reciproco e uguaglianza che passano attraverso il risveglio della solidarietà nelle persone (www.serendipthemovie.com). I due produttori e il regista sono partiti per il Messico e hanno assistito alla première mondiale di Serendip durante i quattro giorni del festival.

Dice Antonio:

Un’esperienza che va al di là di qualsiasi nostra aspettativa. Abbiamo trovato un’organizzazione e una città completamente entusiaste del nostro lavoro cinematografico. Un apprezzamento che ci ha fatto capire il potenziale internazionale del nostro film.

Racconta emozionato Andrea:

Quando viaggiamo, cerchiamo la bellezza nelle persone e non nei luoghi e nelle cose. Qui in Messico e specialmente a Valle De Bravo durante il festival, abbiamo trovato tantissima bellezza. L’emozione e l’affetto che ci hanno dimostrato dopo aver visto Serendip è una cosa che porteremo per sempre nei nostri cuori.

Il film è rientrato tra i finalisti della categoria miglior documentario, strappando enormi consensi da pubblico e critica che lo hanno acclamato durante la prima proiezione mondiale.

Per il regista Marco Napoli:

È stata una bellissima sorpresa rientrare tra i finalisti di una categoria così importante, dato anche le altre bellissime pellicole partecipanti a questo festival. Questa per noi è una grande vittoria, considerato che è il primo festival a cui partecipiamo. Siamo estremamente soddisfatti di questo grande risultato.

Ma Serendip non si ferma qui. I due produttori teatini saranno ospiti speciali del “Lucca Film Festival ed Europa Cinema”, nella sezione Educational. Il film verrà proiettato il 13 aprile, alle 10.30, con ingresso aperto a tutti. Per l’occasione l’organizzazione ha deciso di invitare tutte le scuole di Lucca, dati i temi estremamente positivi ed educativi di cui tratta il film.

Ora, si cerca di avvicinare aziende e privati che vogliano sostenere il progetto e il film, quindi i promotori di Take me back hanno deciso di lanciare un crowdfunding che serve a sostenere tutti i costi di post-produzione, promozione e distribuzione, rendendo Serendip "il film di tutti”.

Il crowdfunding è raggiungibile online ed è aperto a tutti, aziende e privati. Come spiega Andrea:

Speriamo di raggiungere anche questo risultato, forse il più importante per noi, dato che dal raggiungimento dell’obiettivo di crowdfunding passa tutto il nostro lavoro futuro, un lavoro che può portare il nostro messaggio di solidarietà in tutto il mondo.

Insomma un progetto ormai internazionale che porta alla ribalta un’idea tutta teatina, dando lustro alla città di Chieti ma anche all’Italia tutta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il docufilm prodotto dai teatini di Take me back finalista come miglior documentario in Messico

ChietiToday è in caricamento