Attualità

Tagli alle corse, la maggioranza a Colantonio: "Spieghi perché in 10 anni la Regione non ha dato nemmeno un soldo per i trasporti pubblici"

La replica al capogruppo Lega Salvini al Comune di Chieti: “Puntano il dito contro Ferrara, ma in dieci anni di governo non sono riusciti a sostenere una riorganizzazione del tpl cittadino, né a farsi dare risorse come invece ha fatto L’Aquila”

Dopo la notizia dei tagli alle corse del trasporto urbano a Chieti e le accuse del capogruppo consiliare della Lega, Mario Colantonio, la maggioranza replica.

“Se la situazione del trasporto pubblico cittadino è in sofferenza, di certo non è colpa dell’amministrazione Ferrara, che è al governo da ottobre e si è ritrovata più di una patata bollente per le mani. Colantonio (Lega) spieghi, invece, perché non è riuscito a imporsi con la sua maggioranza (Lega e Fratelli D’Italia) a varare la riforma di cui parla. Spieghi anche come mai la Regione di centrodestra, alla precedente amministrazione di cui lui era assessore e alla città di Chieti non ha dato nemmeno un soldo per i trasporti pubblici, come ha fatto invece con L’Aquila in ben due leggi di stabilità consecutive (400.000 euro nel 2020 e 100.000 nel 2021).

Dopo che avrà spiegato tutto questo, forse, potrà dire la sua su una riorganizzazione del servizio che oltre al Covid e al cambiamento dei flussi della mobilità territoriale, deve tenere conto di tante cose, fra cui, una non indifferente, qual è la condizione economica del Comune oggi".

Ora secondo i consiglieri dei gruppi Pd, Chi ama Chieti, Chieti c’è, la Sinistra con Diego, Chieti per Chieti, Movimento Cinque Stelle, Lista Ferrara sindaco la Regione non darà nulla nemmeno in futuro, "perché ha tagliato 7 milioni di euro a tutto il tpl abruzzese e lo ha fatto senza una precisa ragione, visto che nulla è mutato sul fronte risorse pubbliche dall’anno scorso a oggi. Però ha aiutato per ben due bilanci consecutivi l’Ama a L’Aquila.

Ora, di certo riequilibrare i conti di un Comune che ha un disavanzo di 74 milioni di euro è un’azione complessa, che genera anche impopolarità, che però l’amministrazione Ferrara sta facendo perché lavora per il futuro della città e per restituirle respiro,  ma stare inerti per dieci anni a vedere crescere i debiti del Comune che si amministra - concludono - e poi parlare facendo finta di non essere responsabili delle condizioni in cui è oggi Chieti e in cui sono tutti i suoi più importanti servizi, ci sembra non solo assurdo, ma veramente indecente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli alle corse, la maggioranza a Colantonio: "Spieghi perché in 10 anni la Regione non ha dato nemmeno un soldo per i trasporti pubblici"

ChietiToday è in caricamento