rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità

Spostamento del mercato da corso Marrucino, Pantalone: "Non è affatto scelta arbitraria ma condivisa"

L'assessore al Commercio porta avanti le ragioni della scelta decisione in via sperimentale ma le opposizioni attaccano

Sullo spostamento del mercato in corso Marrucino dopo la lettera polemica inviata dagli ambulanti si è riunita questa mattina la commissione Commercio. Ai lavori, presieduti dalla neo presidente Barbara Di Roberto, ha partecipato l’assessore al Commercio Manuel Pantalone.

“La seduta è stata utile a ribadire ancora una volta ai consiglieri comunali il fatto che lo spostamento delle vendite è temporaneo e sperimentale – così l’assessore Manuel Pantalone e la presidente della Commissione Barbara Di Roberto – nonché a ribadire di nuovo e con forza, che lo spostamento non è una volontà che appartiene solo all’amministrazione, ma è una scelta maturata e condivisa con la categoria e nasce da un’esigenza ben precisa: quella di unificare il mercato e dare ai 62 ambulanti che lo animano pari opportunità e dignità. Di questa esigenza abbiamo più volte parlato con le rappresentanze degli operatori del mercato, chiedendo di condividere con tutti gli altri tali esigenze. Insieme abbiamo deciso di provare a farlo funzionare nella nuova localizzazione, una scelta tutt'altro che arbitraria, proprio perché condivisa. Né si tratta di un provvedimento extra lege, perché le procedure adottate sono esattamente quelle previste dal vigente Piano commercio e dal regolamento comunale".

Per il Comune "l'ordinanza di spostamento, così come già accaduto nel 2014 per mano dell’amministrazione di allora, è stata assunta per motivazioni oggettive: quelle di dare continuità e maggiore fruibilità al mercato stesso e, al contempo, garantire tutti gli operatori allo stesso modo. Questa è la nostra priorità e la ribadiremo anche ai diretti interessati in un incontro che alcuni degli ambulanti ci hanno chiesto attraverso una lettera che abbiamo ricevuto proprio alla vigilia della Commissione di oggi. Nostra intenzione, però, è estenderlo non solo agli operatori che avevano le postazioni sul Corso Marrucino, che sono firmatari della missiva citata, ma a una rappresentanza di tutti e 62 i posteggi, perché è giusto che anche nel dialogo istituzionale tutti abbiano pari opportunità e si eviti ogni rischio di strumentalizzazione, cosa che potrebbe avvenire, specie se un tema così sensibile e utile alla città, diventa motivo di contrapposizione politica".

Dall'opposizione, però, i consiglieri Carla Di Biase, Serena Pompilio, Mario De Lio, Bruno Di Iorio, Maurizio Costa, Giampiero Riccardo ed Emma Letta attaccano. "Dopo sei mesi di stallo della commissione commercio nella quale si era dimesso il presidente Enrico Iezzi - dicono i consiglieri - oggi finalmente si è tenuta la commissione la cui presidenza è stata oggetto di scambio con l’approvazione della delibera relativa al segretario generale per la quale, si ricorda, è stato convocato il consiglio comunale per ben tre volte".

I consiglieri di minoranza ricordano che "lo spostamento del mercato era stato annunciato alla città come un piano condiviso ma proprio nella giornata di ieri è pervenuta tramite l’ufficio di presidenza una nota a firma 23 mercatari tra cui quelli storici che hanno dato vita al mercato e che non condividono la scelta imposta. Scelta svolta senza audire i diretti interessati e senza condividere la scelta nella relativa commissione comunale dove andrebbero forniti gli apporti da parte di tutti i gruppi consiliari che rappresentano la città. Si parla di condivisione facendo apparire ciò che non è aggravando la posizione dei commercianti coinvolti già palesemente vessati dopo il Covid. Nella nota inviata dai predetti, infatti, si parla di una preoccupazione profonda per il loro futuro legata sopratutto agli introiti del periodo natalizio con una riduzione di circa il 30% dei ricavi. Ordinanza assunta senza nemmeno rivedere il piano traffico e le linee di trasporto pubblico onde favorire gli accessi mercatali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostamento del mercato da corso Marrucino, Pantalone: "Non è affatto scelta arbitraria ma condivisa"

ChietiToday è in caricamento