Spiaggia libera Ortona, Legambiente e Wwf ricorrono al Tar: "Riscontrate criticità"

Le associazioni ambientaliste si muovono a tutela del parco comunale delle Dune per il quale chiedono maggiore tutela

Foto. Dune Bene Comune

"La fruizione delle spiagge libere, durante l’emergenza Covid19, andrà garantita in modo sicuro e sostenibile, ma senza comprometterne il rilevante pregio naturalistico e ambientale". A dirlo sono Legambiente e Wwf Abruzzo alla luce delle restrizioni previste per la frequentazione delle spiagge a causa del Covid-19.

"È evidente che la situazione che stiamo vivendo, nel mezzo di una pandemia, ci costringe a raccogliere una sfida delicata nella gestione di un importante bene comune e di una risorsa straordinaria per l’Abruzzo sia dal punto di vista ambientale che sociale, soprattutto nell’attuale contesto di grave crisi economica. Ma è altrettanto evidente che ben diversa è la situazione di una fetta di arenile libera tra due stabilimenti e quella dei pochi tratti di costa naturali che la nostra regione può tuttora vantare. E diverse - si legge nel comunicato - devono essere le soluzioni".

Le due associazioni ambientaliste prendono come esempio negativo le scelte del Comune di Ortona "che per il secondo anno consecutivo continua a muoversi nella direzione sbagliata, contravvenendo anche al protocollo dal progetto europeo Life - Calliope volto alla protezione e al recupero degli habitat marini, dunali e di scogliera, mettendo a rischio, oltre a un’importante area di pregio qual è il Parco comunale delle Dune, anche la nidificazione e riproduzione del Fratino che su quella spiaggia conta la presenza più importante della regione, come attesa il "Progetto Salvafratino Abruzzo" che nel 2019 ha individuato circa un terzo di tutti i nidi censiti nella regione proprio nell’ortonese".

Questo ha portato Legambiente e Wwf a ricorrere al Tar contro il Comune di Ortona per l’avviso pubblico relativo all’affidamento delle concessioni balneari per la stagione estiva 2020. Diverse le criticità riscontrate dalle due associazioni, dalla violazione delle disposizioni (della L.R. Abruzzo 141/1997 e del relativo P.D.M.R. del 2015), al "vincolo assoluto di inutilizzabilità dei tratti di spiaggia antistanti le foci dei fiumi e le aree di rilevante pregio naturalistico e ambientale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo stati costretti a ricorrere alla giustizia amministrativa, ma francamente avremmo preferito trovare dei momenti di confronto con l’amministrazione comunale - si legge nella nota di Legambiente e Wwf - abbiamo sempre chiarito che si sarebbero potute tutelare le realtà da tempo esistenti sull’area senza stravolgerla con nuove concessioni. Auspichiamo che il Comune di Ortona voglia confrontarsi e cambiare orientamento perché ha una grandissima responsabilità nella tutela del Fratino su tutta la costa abruzzese. Oltretutto la tutela del patrimonio naturale presente sul territorio comunale potrebbe rappresentare uno strumento per migliorare la propria offerta turistica, purché si sia capaci di guardare avanti senza fossilizzarsi su modelli ereditati dal passato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento