Sospesi ricoveri e interventi chirurgici non urgenti e incremento dei posti letto: l'ordinanza della Regione

Sono esclusi gli interventi oncoematologici di classe A o di alta specialità e le interruzioni volontarie di gravidanza chirurgiche

Immagine di archivio

Rimodulazione e sospensione di ricoveri e interventi chirurgici non urgenti, in Abruzzo, fino al 24 novembre. Lo ha deciso l'ordinanza numero 97 firmata poco fa dal direttore del dipartimento Sanità, Claudio D'Amario, dall'assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, e dal presidente della Regione, Marco Marsilio.

Nel dettaglio, l'ordinanza dispone la rimodulazione, "variabile a seconda delle specifiche esigenze organizzative delle Asl", dei ricoveri per interventi chirurgici programmati, con l'obiettivo "di favorire il massimo impiego possibile delle terapie intensive e subintensive e la disponibilità di personale sanitario per l’emergenza da Covid 19".

Sono esclusi dalla rimodulazione gli interventi oncoematologici di classe A o di alta specialità non rinviabili "a giudizio motivato del clinico e fatte salve specifiche condizioni di inderogabilità motivate dalle peculiarità organizzative delle Asl" e le interruzioni volontarie di gravidanza chirurgiche.

Inoltre, i direttori sanitari aziendali dovranno provvedere a incrementare i posti letto nei reparti di Terapia intensiva, Malattie infettive, Pneumologia e Area medica subintensiva, reimpiegando il personale disponibile dalla rimodulazione dei ricoveri elettivi.

Inoltre, il referente sanitario regionale per le emergenze può, in caso di necessità, assegnare temporaneamente il personale sanitario in servizio con qualsiasi tipologia contrattuale alle Asl che presentino maggiori necessità assistenziali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento