Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Il sindaco Ferrara incontra i cittadini che protestano per la crisi idrica: "Siamo dalla stessa parte"

Alla vigilia della manifestazione, le organizzatrici avevano respinto l'appoggio di amministratori ed esponenti politici

"Siamo dalla stessa parte": è quanto ha ripetuto il sindaco Diego Ferrara ai cittadini che questa mattina hanno partecipato alla manifestazione di protesta contro la crisi idrica (Guarda il video).

Insieme al primo cittadino, a incontrare i manifestanti c'erano gli assessori Chiara Zappalorto ed Enrico Raimondi e i consiglieri Alberta Giannini, Valentina De Luca, Barbara Di Roberto, Edoardo Raimondi, Luca Amicone, Silvio Di Primio.

Alla vigilia della manifestazione, le organizzatrici avevano dichiarato di non volere la partecipazione di amministratori e partiti politici, chiedendo "solo risposte".

“Questa amministrazione - ha detto il sindaco Ferrara - sarà sempre dalla parte della cittadinanza, perché con la cittadinanza aspetta risposte sui lavori fatti, in corso e da fare sulle reti idriche e sulle soluzioni perché l’emergenza che affligge da anni fette importanti del nostro territorio si ridimensioni"

"Da ottobre a oggi - ha aggiunto - il Comune ha fatto tutto quello che poteva fare, ma il problema dell’acqua rimarrà tale se non sarà affrontato su un tavolo tecnico regionale dove dovranno sedere, insieme, Regione, Ersi, soggetti gestori e Comuni. Un tavolo, che abbiamo già chiesto per le vie brevi al presidente Marsilio e di cui richiederemo la formale istituzione, coinvolgendo in via ufficiale anche tutti gli altri sindaci dei Comuni interessati. È necessaria un’azione forte e concreta perché tutte le risorse esistenti vengano utilizzate bene e in modo tempestivo e anche per avere un’idea precisa della progettazione realizzata, nonché di quella in corso, in modo da non mettere in campo opere improduttive. Oggi servono risultati e sono convinto che se la Regione assumerà il suo necessario ruolo di coordinamento attraverso l’Ersi, potremmo averne già per l’estate prossima. Questo è l’auspicio che ci porterà a chiedere un confronto costruttivo e, soprattutto, operativo con questi enti che possono agire di competenza e determinare le azioni migliori per affrontare la situazione".

Ferrara si è impegnato anche a chiedere "che l’emergenza idrica venga riconosciuta come tale a livello regionale e assuma la priorità anche nelle attività da mettere in campo con i fondi del Pnrr e siamo pronti a interloquire in modo permanente con il mondo associazionistico che si occupa da tempo di un tema come questo, per avere altri spunti e iniziative capaci di integrare la nostra azione amministrativa. All’assemblea dei sindaci Aca, infine, porteremo le istanze dei cittadini e chiederemo sostegno affinché si studino strumenti per portare ristori in bolletta a fronte del mancato servizio di questi mesi. Siamo tutti dalla stessa parte e dobbiamo capire che solo attraverso l’unione dei nostri intenti si potranno costruire strategie capaci di ottenere risultati per la città e per i cittadini, che hanno diritto a un servizio efficiente, perché essenziale e primario”.

Alla manifestazione hanno partecipato anche la deputata del Movimento 5 stelle Daniela Torto, la consigliera regionale Barbara Stella e il capogruppo in consiglio comunale Luca Amicone. 

L'esponente pentastellata in Regione ha presentato un'interpellanza "per comprendere quali siano effettivamente le azioni che intenderà mettere in campo a breve e a lungo termine, affinché si possano dare risposte concrete a quanto giustamente i cittadini chiedono”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Ferrara incontra i cittadini che protestano per la crisi idrica: "Siamo dalla stessa parte"

ChietiToday è in caricamento