rotate-mobile
Attualità

Il sindaco dopo l'incontro con don Domenico sui problemi del quartiere Sant'Anna: "In tre anni avviata riqualificazione"

Un incontro cordiale al quale hanno partecipato anche l’assessore Lavori Pubblici Stefano Rispoli e il vice comandante della polizia municipale Fabio Primiterra

Incontro questa mattina il sindaco Diego Ferrara con l’assessore Lavori Pubblici Stefano Rispoli e il vice comandante della Polizia municipale Fabio Primiterra ha incontrato Don Domenico Melchiorre, il parroco di Sant’Anna.

“È stato un incontro cordiale - riferiscono il sindaco Diego Ferrara e l’assessore Rispoli - Al fine di riportare al tono del pacifico confronto una polemica che noi non abbiamo voluto, né cercato. Così abbiamo ascoltato don Domenico Melchiorre, raccogliendo segnalazioni e proposte attuabili per migliorare vivibilità e sicurezza del quartiere e lo abbiamo anche messo al corrente delle attività e i tempi che riguardano la riqualificazione della zona dove insiste la sua parrocchia.

Un incontro che estenderemo a tutti i cittadini non appena il progetto da noi ripreso potrà andare avanti. A tenerlo fermo non è la negligenza dell’amministrazione, bensì l’esigenza di procedere concretamente e con le dovute coperture attraverso il bilancio, affinché il progetto non resti sulla carta com’è accaduto per tanti anni. Abbiamo di nuovo fatto presente al sacerdote che per agire dobbiamo aspettare il bilancio stabilmente riequilibrato, uno strumento di ripresa delicatissimo, essendo il Comune in dissesto. Quello è il mezzo attraverso cui sarà possibile agire su tutti i fronti dell’attività amministrativa e che al momento è in fase di redazione, essendosi da poco attivata la procedura di dissesto.

Tutta la città ha bisogno di una riqualificazione e in questi quasi tre anni di governo su moltissimi fronti l’abbiamo avviata, a breve partiranno i primi cantieri di rigenerazione urbana resi possibili dai fondi del Pnrr, ma non saranno gli unici. Solo che è impossibile cambiare la città in maniera radicale".

A fronte di rigenerazioni promesse invano, noi possiamo dire di averne avviata concretamente più d'una, fra mille difficoltà materiali e una struttura comunale pesantemente sottodimensionata e di questo renderemo partecipe la città perché capisca e abbia giustamente cognizione del lavoro fatto, com’è accaduto stamane con una delle sue voci più sentite“.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco dopo l'incontro con don Domenico sui problemi del quartiere Sant'Anna: "In tre anni avviata riqualificazione"

ChietiToday è in caricamento