Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

Recentemente il Governo ha apportato una modifica alle risposte alle domande frequenti (faq) sulla possibilità di spostarsi fuori dal proprio Comune per fare la spesa

Novità sugli spostamenti nelle zone rosse e arancioni: diventa possibile per gli abitanti dei (piccoli) Comuni spostarsi in un comune limitrofo per fare la spesa laddove ci sia maggiore convenienza.

 Lo dice il sito del Governo  che qualche giorno fa ha aggiornato le risposte alle domande frequenti (le cosiddette faq) sulle misure adottate.

“Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la sspesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati”

si legge sul sito del Governo.

Dunque sì alla spesa fuori dal proprio Comune, ma soltanto se ci sono necessità non procrastinabili e, naturalmente, sempre nel rispetto delle norme di prevenzione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

  • Sospesi gli scavi in piazza San Giustino: ora servono finanziamenti per non rinunciare alla valorizzazione del sito

Torna su
ChietiToday è in caricamento