rotate-mobile
Attualità Lanciano

Transizione digitale, il Comune "smart" piace ai lancianesi: più di 1.600 istanze online presentate in un anno

L'ente chiede la collaborazione dei cittadini, invitandoli a dotarsi degli strumenti utili a ottimizzare i tempi ed evitare lunghi tempi d'attesa nelle richieste agli sportelli

Il Comune di Lanciano diventa sempre più "smart", con istanze digitali in crescita e strumenti digitali sempre più usati dai cittadini per ottimizzare i tempi ed evitare lunghi tempi d'attesa. 

Secondo i dati diffusi dall'ente sul processo di transizione digitale avviato negli ultimi mesi, nell'ultimo anno sono state 1.648 le istanze digitali presentate agli uffici comunali, il 43% delle quali inoltrate fuori dagli orari di apertura degli sportelli, il 15% nei fine settimana e nei festivi. 

“I primi riscontri della digitalizzazione dei servizi – commenta l’assessore all’Innovazione tecnologica, Tonia Paolucci – sono molto interessanti e dimostrano che i lancianesi stanno imparando a conoscere e apprezzare queste nuove opportunità, che di fatto rendono gli sportelli comunali raggiungibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Gli ultimi atti organizzativi che abbiamo adottato vanno proprio nella direzione di creare un’amministrazione digitale e aperta, con il rafforzamento delle competenze dei nostri dipendenti”.

Ad oggi il Comune di Lanciano ha rilasciato 900 Spid gratuiti (le identità digitali), inviato 18mila messaggi sull’app IO, ricevuto 17mila pagamenti attraverso il portale PagoPA, oltre a migliaia di pratiche presentate e gestite sulla sezione Istanze online del sito istituzionale www.lanciano.eu.

“Siamo solo all’inizio – continua Paolucci – e per imprimere una ulteriore accelerata al nostro progetto è indispensabile che i cittadini collaborino con noi, dotandosi degli strumenti digitali gratuiti disponibili da tempo, alla portata di tutti, ma non sempre utilizzati e conosciuti. Mi riferisco, soprattutto, allo Spid o all’app IO, che consentono di avere accesso, in ogni momento, a tutta una serie di servizi telematici della pubblica amministrazione”.

Oltre a richiedere certificati, effettuare pagamenti, gestire dal proprio smartphone un gran numero di pratiche diverse direttamente da casa, il Comune utilizzerà ad esempio l’app IO per l’invio in tempo reale ai cittadini delle ordinanze di chiusura delle scuole e di tutte le comunicazioni di interesse generale.

“Naturalmente – precisa ancora l’assessore Paolucci – le modalità tradizionali non saranno dismesse e sarà fornita tutta l’assistenza necessaria a coloro che non dispongono o non sono in grado di utilizzare i supporti digitali. Il percorso, però, è tracciato ed è di sola andata verso un servizio pubblico sempre più telematico e a disposizione in ogni momento anche dei tanti nostri concittadini che, per lavoro, studio o altre ragioni, si trovano lontano da Lanciano o non hanno la possibilità di recarsi di persona negli uffici comunali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Transizione digitale, il Comune "smart" piace ai lancianesi: più di 1.600 istanze online presentate in un anno

ChietiToday è in caricamento