Senologia Ortona, i sindaci contro il trasferimento. Asl: "Nessuna intenzione"

Dopo l'appello di 39 sindaci della provincia di Chieti è arrivata la replica del direttore generale della Asl

"Voci insistenti e movimenti strani di allestimenti in altri presidi ospedalieri fanno sorgere dubbi sulla volontà di trasferire il centro di senologia di Ortona. Un centro che non ha bisogno di presentazione e che rappresenta il fiore all’occhiello della ASL2 Lanciano Vasto Chieti e dell’assessorato alla sanità della Regione Abruzzo". Questo il contenuto della nota  dei sindaci di Ortona, Ari, Arielli, Canosa Sannita, Carpineto Sinello, Casacanditella, Casalanguida, Casoli, Castiglione Messer Marino, Celenza sul Trigno, Crecchio, Cupello, Dogliola, Fara Filiolum Petri, Filetto, Fossacesia, Fresagrandinara, Giuliano Teatino, Guilmi, Lanciano, Lentella, Monteodorisio, Orsogna, Palmoli, Poggiofiorito, Pollutri, Roccamontepiano, Roccaspinalveti, San Martino Sulla Marrucina, San Salvo, Scerni, Schiavi D’Abruzzo, Tollo, Torino di Sangro, Torrebruna, Tufillo, Vacri, Vasto, Villalfonsina. 

Sulla richiesta di "salvaguardare l’eccellenza del Breast Center a Ortona perché il legame tra il Centro e il suo ospedale è un legame indissolubile, fatto di lavoro, di crescita e di raggiungimento di standard europei che non si possono cancellare per le idee o le ambizioni di qualcuno e qualsiasi azione contraria spingerà i sindaci a un’opposizione serrata" è arrivata la replica del direttore generale della Asl, Thomas Schael.

“Sono a dir poco sorpreso da una mobilitazione che nasce dal nulla- dice il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti- non c’è un atto, un documento, tantomeno un’intenzione che possa mettere in pericolo la permanenza di un'unità operativa che negli anni ha svolto un ruolo prezioso per la salute della donne - prosegue Schael -. Perciò non posso fare a meno di restare interdetto davanti a un coinvolgimento di amministratori a fronte di un problema che non esiste".

Schael poi fa sapere che "è in atto il concorso per l'attribuzione dell'incarico di direttore di struttura complessa: sarà nominato entro gennaio, scegliendo il candidato migliore tra quelli che hanno presentato domanda, il cui termine è scaduto il 9 novembre. Subito sarà insediata la commissione per la valutazione dell’ammissibilità e dei titoli e, a seguire, si passerà ai colloqui. A guidare l'unità operativa sarà un professionista di comprovate capacità, che sia all'altezza di una Breast Unit che si è vista confermare di recente la prestigiosa certificazione Eusoma, ancora una volta. Non esiste, quindi, una questione Ortona, la Senologia non è in discussione, come non lo è la vocazione chirurgica mantenuta anche in questa fase Covid-19".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: 705 nuovi contagi e 10 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento