menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sedi vaccinazione, Ferrara alla Asl: "Palestra di Colle dell’Ara pronta, sì anche per il Foro Boario. Sul Peter Pan nessuna rissa"

Il sindaco di Chieti risponde al direttore della Asl: "Nessuno ha mai cercato la rissa a cui il dg si riferisce nella sua polemica risposta alla nostra esigenza di assicurare alla città, in tempi brevi, un distretto sanitario di base in quei locali, una volta finite le vaccinazioni"

Il sindaco di Chieti prova a fare chiarezza sulla questione relativa ai centri vaccinali in città e precisa di non aver fatto polemica con la Asl, dopo la risposta piccata del direttore generale Schael.

“Abbiamo ricevuto un primo sì – spiega il sindaco Diego Ferrara - da parte della Camera di Commercio Chiet Pescara per l’utilizzo dei padiglioni espositivi dell'ex Foro Boario di Chieti Scalo. Giovedì si riunirà la giunta camerale da cui dovrebbe arrivare il via libera per l’utilizzo della struttura che, per posizione, accessibilità e servizi, potrà dare una risposta determinante alle esigenze quantitative e qualitative richieste da una vaccinazione di massa sul territorio di Chieti. Come già precisato ieri, si tratta di una postazione aggiuntiva, essendo disponibile da subito anche la palestra di Colle dell’Ara, rodata dagli screening fatti in città e adeguata agli standard richiesti dalle operazioni di vaccinazione”.

Quanto all’ex asilo Peter Pan, prima sede vaccinale individuata, Ferrara aggiunge: “Nessuno ha mai cercato la rissa a cui il dg della Asl si riferisce nella sua polemica risposta alla nostra esigenza di assicurare alla città, in tempi brevi, e una volta finite le vaccinazioni, un distretto sanitario di base in quei locali che la città chiede. È un’esigenza che, fra l’altro in un momento così delicato, alleggerirebbe il carico delle strutture sanitarie oberate dai ricoveri Covid che paralizzano ogni altra attività sanitaria. Un’evidenza comprensibile anche a chi non esercita la professione di medico e tanto pressante che la nostra amministrazione ci ha messo la faccia nel chiedere alle forze economiche del territorio di essere sostenuta nelle spese che non avrebbe potuto effettuare, a causa di condizioni ormai note a tutti".

Ferrara spiega quindi che "per questa ragione e non per un “corpo a corpo” immotivato e che come modus operandi  non mi appartiene né da sindaco, né da medico, né da cittadino, abbiamo sottolineato che metteremo a disposizione il Peter Pan, essendone proprietari, se la destinazione sarà quella, visto che ha Asl, arbitrariamente, nella missiva da noi ricevuta sabato scorso con lo studio di fattibilità effettuato dai tecnici della Uoc interna, disponeva una destinazione diversa, non per preclusioni rispetto ai consultori che sono operativi in città, ma perché non prevista dagli accordi precedenti per l’utilizzo della struttura”.

Il sindaco chiude invitando al lavoro congiunto per il bene comune e a “non fomentare polemiche che con la sanità e i servizi non hanno nulla a che fare”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento