Attualità Guardiagrele

Aumentano gli iscritti nelle scuole superiori di Guardiagrele: alunni nei prefabbricati in attesa delle nuove aule

La Provincia di Chieti è al lavoro per predisporre il progetto di ampliamento, ma per questo anno scolastico era necessario trovare una soluzione temporanea

L’istituto omnicomprensivo di Guardiagrele, di cui fanno parte il liceo scientifico, l’istituto biotecnologico e l’istituto commerciale, di via Grele ha registrato negli ultimi tempi un consistente aumento degli iscritti, soprattutto nel settore biotecnologico, portando a una conseguente necessità di aumentare le aree didattiche da dedicare allo svolgimento delle lezioni, sia sotto il profilo del rispetto delle normative Covid, sia sotto quello della capienza generale delle aule.

La Provincia di Chieti è al lavoro per predisporre il progetto di ampliamento, ma per questo anno scolastico era necessario trovare una soluzione temporanea al problema della mancanza di aule. Già nel mese di luglio si è proceduto con un incontro in Provincia alla presenza della direttrice, del presidente Mario Pupillo, dei tecnici e del vicesindaco e consigliere provinciale Flora Bianco, nel corso del quale si è messo a punto il cronoprogramma per la realizzazione delle nuove aule, facendo emergere la necessità di avere nell’immediato degli spazi entro l’inizio delle lezioni dell’anno scolastico 2021-2022.

Per far fronte a questa impellente necessità, su proposta del sindaco Donatello Di Prinzio, si è optato per la scelta di utilizzare, in attesa delle costruzione di alcune delle nuove aule, delle strutture prefabbricate già utilizzate in altre situazioni di emergenza di edilizia scolastica. Le nuove aule temporanee sono dotate di tutti i comfort e nell’arco di un mese sono state ideate ed installate in modo da essere fruibili in tempo per la ripresa delle lezioni, prevista per lunedì (13 settembre), aumentando così la capienza del plesso di via Grele. Resta in corso l’iter procedurale per l’ampliamento della scuola, iter che prevede una variazione sul piano urbanistico che verrà presentata in Consiglio comunale già entro il mese di settembre, per consentire alla Provincia di procedere all’appalto ed al conseguente inizio dei lavori, prevedendo di realizzare e consegnare le nuove aule entro l’inizio dell’anno scolastico 2022-2023.

"Ringrazio il consigliere provinciale e vicesindaco Flora Bianco e l’ex preside dell’istituto Alba Del Rosario per aver svolto questo lavoro di intermediazione – dice il sindaco Di Prinzio  – soprattutto ringrazio i tecnici della Provincia di Chieti, l’ingegnere Pasquini e l’architetto Faraone che si sono immediatamente attivati per fronteggiare queste necessità per consentire ai nostri ragazzi di rientrare a scuola in sicurezza. Questo progetto – prosegue – è parte di una collaborazione costante che la nostra Amministrazione sta avendo con la Provincia e con il presidente Pupillo, portando a risultati concreti per il territorio di Guardiagrele, dimostrando come si possa lavorare bene dialogando a prescindere dalle appartenenze».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano gli iscritti nelle scuole superiori di Guardiagrele: alunni nei prefabbricati in attesa delle nuove aule

ChietiToday è in caricamento