menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appello per la tutela della scritta risalente alla seconda guerra mondiale

Italia Nostra a Vasto vuole promuovere e tutelare le iscrizioni storiche del XIX secolo

L’associazione Italia Nostra del Vastese lancia un appello per la tutela della scritta di piazza Verdi a Vasto, risalente alla seconda guerra mondiale. In una lettera indirizzata alla Soprintendente Rosaria Mencarelli e al sindaco di Vasto Francesco Menna, il presidente Davide Aquilano fa sapere che l’associazione sta avviando un programma di censimento di scritte (graffite, incise, dipinte) presenti a Vasto e nel Vastese coordinato dal dottor Alessandro Cianci.

L’iniziativa nasce da quella scritta originale realizzata nel 1943 dalla VIII armata dell’esercito Inglese di stanza in città visibile in zona piazza Verdi.

La scritta, presente sul muro di un’antica casa, appare piuttosto scolorita e parzialmente scomparsa, ma ancora leggibile.  Riporta le parole “South – Termoli” con una freccia ad indicare la direzione Sud da percorrere per arrivare alla vicina città di Termoli. 

scritta storica vasto-2

“Diverse sono state le scritte realizzate dai soldati del Generale Montgomery durante la loro permanenza a Vasto, per lo più utili alla logistica militare – ricorda Italia Nostra - Non di meno tra le truppe si era diffusa la simpatica pratica di rinominare alcuni luoghi con nomi a loro decisamente più familiari. Un cartello apposto in piazza Rossetti indicava, ad esempio, il nome con cui i soldati avevano ribattezzato la nostra piazza: Piccadilly Circus,  vale a dire una delle principali piazze di Londra con forma, per l’appunto, circolare e snodo di importanti strade, nonché punto centrale di incontro, proprio come la nostra piazza dedicata a Rossetti che, ricordiamo, era cittadino londinese”.

Sono tante le storie collegate alla seconda guerra mondiale e la scritta di piazza Verdi è una delle ultime testimonianze dirette ancora presenti in città. Per questo l’ associazione si sta adoperando per promuovere e tutelare le iscrizioni storiche del XIX secolo “che il tempo o qualche atto sconsiderato non la distruggano definitivamente”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento