menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumento delle ore di lavoro nello stabilimento Stellantis del Michigan, sciopero di solidarietà alla Sevel

Il turno A si fermerà dalle ore 9.15 alle 11.15, i turni B e C per le ultime due ore del turno. La protesta anche a Pomigliano, Melfi, Termoli e Mirafiori

Sciopero nello stabilimento Stellantis di Sevel Val di Sangro, giovedì 1° aprile. La protesta di due ore per ogni turno è stata indetta dall'Unione sindacale di base, in solidarietà ai lavoratori dello stabilimento del Michigan. 

Il turno A si fermerà dalle ore 9.15 alle 11.15, i turni B e C per le ultime due ore del turno. 

La ragione della protesta sta nell'aumento dell'orario di lavoro per i lavoratori dello stabilimento Sterling Height del Michigan. La nuova organizzazione, spiega Usb, prevede la rotazione, nell'arco di 14 giorni consecutivi (sabati e domeniche inclusi), di 4 squadre al posto delle 3 attuali, e 12 ore di lavoro giornaliero per squadra anziché le 8 ore di adesso.

"Oggi - lamenta il sindacato - siamo chiamati a lottare contro un modello lontano migliaia di chilometri, ma che si avvicinerà molto a noi nei prossimi mesi, un modello da sconfiggere con la solidarietà e la forza operaia. Le dichiarazioni del ceo Tavares sui costi degli stabilimenti italiani devono farci riflettere, in Sevel abbiamo avuto i primi segnali di quello che si presenta come un cambiamento in senso negativo. L'obiettivo è chiaro: sfruttare sempre più i lavoratori e avanzare pretesti per futuri spostamenti di produzione dall'Italia".

L'Usb fa leva anche sulla fine del rapporto di lavoro di 50 interinale, sostituiti da trasfertisti cassintegrati di Cassino. "Un po' meno noti - prosegue - sono i tagli alle ditte esterne che si occupano di pulizie, Atlas e Iscot, che hanno prodotto 29 lavoratori rimandati a casa e una diminuzione delle ore di lavoro per gli altri dipendenti. Infine, non è da non sottovalutare il trasferimento in Polonia della produzione del Ducato Maxi e mini, Sevel rischia di perdere nei prossimi anni un qualcosa come 50mila furgoni, senza alcuna notizia di un nuovo modello per il futuro di questo stabilimento".

Dunque, l'Usb ha indetto la protesta in tutti gli stabilimenti Stellantis, "per far arrivare un messaggio di solidarietà e di unità dei lavoratori Italiani". Allo sciopero aderiranno anche i lavoratori di Pomigliano, Melfi, Termoli e Mirafiori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento