Attualità

Sciopero degli studenti del liceo 'Filippo Masci': "Obiettivo raggiunto, gli orari delle attività didattiche cambieranno"

Circa 500 studenti hanno protestato contro i disagi legati agli orari delle attività didattiche e il conseguente problema dei trasporti. Una delegazione ha incontrato il prefetto

"Gli orari cambieranno, siamo soddisfatti". Erano quasi 500 ieri mattina gli studenti del liceo scientifico “F. Masci” che hanno aderito allo sciopero per protestare contro i disagi legati agli orari delle attività didattiche e il conseguente problema dei trasporti.

Il corteo si è radunato all’esterno del Seminario regionale, una delle tre sedi scolastiche, per poi dirigersi verso il palazzo della prefettura dove una delegazione composta dalla rappresentante della consulta provinciale degli studenti, Laura Di Prinzio e gli studenti al quinto anno, Marta Cermignani, Francesco Caporale e Massimo Talucci, è stata ricevuta dal prefetto di Chieti, Armando Forgione.

Gli alunni hanno consegnato al prefetto una lettera in cui veniva descritto il profondo disagio relativo agli orari scolastici attualmente in vigore che prevedono l'ingresso in classe alle ore 09,30 e l’uscita alle 14,30.

La maggior parte dei ragazzi, in particolar modo gli studenti pendolari, lamenta notevoli difficoltà con il nuovo orario, poiché tanti alunni tornano a casa a pomeriggio inoltrato e alcune linee di trasporti non hanno coincidenze, nonostante la presenza di svariate scuole tra Chieti e Chieti Scalo richieda necessariamente il coordinamento delle partenze.

"Siamo molto soddisfatti dell’incontro con il prefetto – ha commentato la rappresentante della consulta, Laura Di Prinzio – si è mostrato molto disponibile e attento nell’ascoltare le nostre richieste. Si è parlato di scaglionare gli ingressi a scuola tra le varie sedi e due possibili orari alternativi: dalle 8,50 alle 13,50 o dalle 9 alle 14 e avere un occhio di riguardo per i pendolari che seguono le lezioni nella sede scalina visto che per alcuni di questi perdere un autobus significa dover aspettare anche 3 ore per il successivo".

Questa mattina alle 10 si terrà la riunione online tra il prefetto, la dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Maristella Fortunato e i vertici regionali del dipartimento trasporti in particolare della Tua per verificare eventuali criticità e apportare correttivi sugli orari delle autolinee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero degli studenti del liceo 'Filippo Masci': "Obiettivo raggiunto, gli orari delle attività didattiche cambieranno"

ChietiToday è in caricamento