"Nessuna sanificazione e pulizia nell'azienda": la Usb proclama uno sciopero di tre giorni

Il sindacato aveva già presentato un esposto per far luce sulle operazioni di igienizzazione per evitare il rischio di contagio da Coronavirus

Dopo un solo giorno dalla ripresa della produzione, scatta lo sciopero alla ex Blutec, attuale Ma srl di Atessa. La protesta, indetta dalla Unione sindacale di base, è iniziata con il turno B di ieri (lunedì 27 aprile) e fino alle ore 6 di domani (mercoledì 29 aprile). Lo sciopero sarà revocato qualora dovesse venire effettuata la sanificazione.

Proprio la tutela della salute dei lavoratori è il punto contro cui si scaglia la Usb. Ieri, oltre alla Sevel, è ripartita l'attività in diverse altre aziende, con un indotto che comprende più di 15 mila lavoratori. Ma, per il sindacato, molte non sarebbero pronte alla cosiddetta fase 2. 

"Nelle settimane scorse - spiega in una nota la Usb - la nostra organizzazione sindacale ha più volte richiesto controlli preventivi a tappeto, oltre ad aver inoltrato alle stesse un esposto per denunciare alcune mancanze in materia di sanificazione ad opera di un'azienda in appalto proprio dentro Sevel Fca. Ci siamo quindi trovati costretti a proclamare da subito sciopero in una delle aziende dell'indotto: la Ma srl (ex Blutec), che conta circa 200 operai".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ieri, al primo giorno di lavoro, il sindacato ha notato quelle che ritiene mancanze da non sottovalutare. "Nella ex Blutec, oggi Ma srl - accusa Usb - non sono state svolte le azioni di sanificazione dei locali aziendali come previsto dal 'Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro'. In particolare, riscontriamo che l'azienda non ha assicurato la pulizia giornaliera e la sanificazione dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Lavoro, il Comune di Chieti assume 13 nuovi dipendenti

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento