rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Sciopero dei dipendenti Eurospin in Abruzzo: "Condizioni di lavoro intollerabili"

i lavoratori della catena di supermercati Eurospin, circa 60 sul territorio regionale, con almeno 700 addetti incroceranno le braccia il prossimo 13 agosto

“Non possono essere le lavoratrici e i lavoratori a pagare ‘la spesa intelligente di Albert Einstein’, le condizioni di lavoro nei punti vendita sono ormai intollerabili”: questi i motivi per i quali in Abruzzo incroceranno le braccia il prossimo 13 agosto, per tutta la giornata, i lavoratori della catena di supermercati Eurospin, circa 60 sul territorio regionale, con almeno 700 addetti.

"Dopo aver cercato inutilmente un dialogo costruttivo con l’azienda e dopo consultazioni assembleari con i lavoratori – spiegano in una nota i sindacati Uiltusc e Fisascat – hanno deciso di proclamare una giornata di sciopero sul territorio abruzzese. La decisione presa per le condizioni di lavoro, nei punti vendita del gruppo, sono ormai intollerabili. Carichi di lavoro insostenibili, turni massacranti, obbligo per gli addetti di farsi carico anche delle pulizie di bagni e parcheggi, mancato rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro e salute dei dipendenti, utilizzo improprio delle clausole elastiche e flessibili senza che vengano retribuite, irregolarità nei livelli di inquadramento, trasferimenti coatti in sedi lontane senza applicare le indennità previste dal Ccnl di categoria”.

La Cgil sottolinea che  “le relazioni sindacali, poi, non sono mai state una priorità per l’azienda, alle richieste di confronto presentate per discutere i problemi segnalati da diverse strutture territoriali e nazionali non è stata data risposta. Tutto questo accade all’interno dei negozi di un gruppo che vanta un eccellente fatturato, che non solo non ha subito flessioni durante la pandemia, ma è addirittura cresciuto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei dipendenti Eurospin in Abruzzo: "Condizioni di lavoro intollerabili"

ChietiToday è in caricamento