Attualità

Scavi in piazza San Giustino: le associazioni chiedono un incontro alla Soprintendenza

Alcuni gruppi di cittadini sono confluiti nel comitato per la valorizzazione della città sotterranea e hanno chiesto alla soprintendente Rosaria Mencarelli una richiesta di incontro

L’interesse dei cittadini verso il progetto di valorizzazione dell’antica Teate che potrebbe concretizzarsi seriamente dopo gli scavi archeologici in piazza San Giustino, lungaggini burocratiche e fondi permettendo.

Per questo i rappresentanti di quattro tra associazioni e gruppi si sono uniti e hanno inviato una pec alla Soprintendenza archeologa, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo manifestando interesse sul tema.

Le associazioni sono confluite nel comitato cittadino per la valorizzazione della città sotterranee e hanno chiesto alla soprintendente Rosaria Mencarelli una richiesta di incontro.

“Riteniamo opportuno conoscere i dettagli sullo stato attuale degli scavi in Piazza San Giustino, e sui motivi che ostano alla loro eventuale prosecuzione e valorizzazione” scrivono i rappresentanti di Oggi a Chieti (Alfredo Luciani), Theate, La politica al servizio delle idee ( Patrizia D'Agostino), Fronte Comune Teatino (Stefano Fagnano), Fantastico Abruzzo (Fabio Santovito).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavi in piazza San Giustino: le associazioni chiedono un incontro alla Soprintendenza

ChietiToday è in caricamento