rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Attualità

Torna “Scarpette bianche”, il romanzo di Arturo Bernava ambientato a Chieti: ecco “Le risate del mondo”

Si tratta della riedizione del romanzo dell’autore teatino. Una storia che ripercorre le turbolente vicende italiche a cavallo dell’armistizio del 1943. La presentazione il 18 novembre nella libreria De Luca

Lo scrittore teatino Arturo Bernava torna con una riedizione di "Scarpette bianche", il suo romanzo ambientato a Chieti che ripercorre le turbolente vicende italiche a cavallo dell’armistizio del 1943. Lo fa con “Le risate del mondo”, questo il titolo della riedizione del suo celebre romanzo, pubblicato nel 2013 per la Solfanelli, vincitore di numerosi riconoscimenti letterari. Una pubblicazione che segna il ritorno di Bernava alla letteratura, "Scarpette bianche" è qui completamente riscritto e con una nuova e avvincente veste grafica.

Uno scritto corale, costituito da tanti coloriti personaggi che insieme intessono un’avvincente storia, ambientata a Chieti e provincia, durante la seconda guerra mondiale. Tra tutti i personaggi di fantasia, spicca un personaggio reale: l’allora arcivescovo di Chieti Giuseppe Venturi, figura di riferimento per gli abitanti dell’epoca, che più di tutti si spese per ottenere per Chieti la dichiarazione di “città aperta” e le cui gesta in proposito vengono narrate nel romanzo. 

La trama prende avvio dal mancato matrimonio di Italia Michelli, presunta vedova di guerra, con Alfonso Pierantozzi, di classe sociale superiore e con legami nel partito fascista, per opposizione del prete, don Michele detto “Tiscrocco”. Di sollievo è invece la reazione della mancata sposina, che ancora sognava di rivedere suo marito Arturo, disperso nella campagna di Russia. Una storia che racconta di un periodo di transizione per l’Italia: la resa, la cosiddetta “perdita della patria” e la resistenza, dei partigiani, nascosti tra le montagne. 

La presentazione de “Le risate del mondo” è in programma il 18 novembre, dalle 17.30 alle 19, nella libreria De Luca di Chieti, dove è previsto anche un firmacopie. Prima, domenica 13 novembre alle ore 12, Bernava sarà al Fla (Festival di libri ed altre cose) di Pescara, precisamente al Circolo Aternino.

Manager, scrittore pluripremitato, docente di scuola di scrittura creativa, Arturo Bernava, classe 1970, attualmente è amministratore del Gruppo Editoriale “IlViandante – Chiaredizioni”. Tra i premi incassati in oltre cento concorsi letterari, il Premio Internazionale Città di Mesagne 2011, per il suo primo romanzo, datato 2009, dal titolo “Il colore del caffè”, il “Premio Internazionale Martucci-Valenzano (Bari) per “Scarpette bianche”. La sua casa editrice Il Vandante nacque nel 2015 in una soffitta rimessa a nuovo in via Silvino Olivieri, nel centro di Chieti: oggi vanta al proprio attivo centinaia di pubblicazioni, principalmente di narrativa e poesia, ma soprattutto si fregia di non chiedere alcun contributo agli autori che vi pubblicano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna “Scarpette bianche”, il romanzo di Arturo Bernava ambientato a Chieti: ecco “Le risate del mondo”

ChietiToday è in caricamento