rotate-mobile
Attualità San Vito Chietino

Scarichi illeciti negli impianti, la Sasi: "Danni ai depuratori e all'ambiente, purtroppo si agisce spesso con superficialità"

La società commenta quanto accaduto all'impianto “Renezze” di San Vito dove venivano scaricati residui di gasolio e di reflui: “Occorrono decine di giorni per ripristinare la flora batterica degli impianti"

“In questo periodo si accentuano gli sversamenti anomali negli impianti di depurazione, saranno i reflui dell'attività dei frantoi e quelli delle cantine sociali certo è che i problemi aumentano sensibilmente” a dirlo è Pio D'Ippolito, direttore dell'area tecnica della Sasi commentando quanto accaduto all'impianto “Renezze” di San Vito Chietino.

Qui i carabinieri forestale di Lanciano hanno appurato uno smaltimento illecito di gasolio e denunciato cinque persone ritenute responsabili. Era stata la società che gestisce il servizio idrico e depurazione di 87 Comuni a segnalare l'anomalia.

“Questo caso - precisa ancora D'Ippolito - non dipende da frantoi e cantine, ma dalla superficialità di una persona che nel corso della ristrutturazione di un vecchio immobile ha sversato nella fogna residui di gasolio di un serbatoio proprio a servizio dell'edificio da ristrutturare. Questo ha prodotto danni alla funzionalità dell'impiantoche va fuori esercizio e per ripristinare la flora batterica ci vogliono decine di giorni. Proprio in questo periodo stanno arrivando reflui all'impianto di Altino  vengono scaricati o durante la notte o al mattino presto. Stiamo procedendo a una serie di accertamenti sia sugli impianti che sulla rete fognaria per verificare la provenienza dei reflui, per quanto riguarda il depuratore di San Vito, abbiamo avvisato la Forestale non appena siamo riusciti a individuare la provenienza degli scarichi illeciti”.

Per D'Ippolito e per tutto il Cda della Sasi è importante la collaborazione con le forze dell'ordine per cercare di scongiurare questo tipo. “Purtroppo - aggiunge il presidente Sasi, Gianfranco Basterebbe - sono tanti i cittadini che non si rendono conto che scaricare residui nelle fogne provoca danni notevoli, si agisce spesso con superficialità, come se buttare reflui nella rete fognaria fosse cosa da niente. Invece è un fatto che ha conseguenze gravi, noi continueremo con un'azione di indagine e di verifica non senza trascurare un'opera di informazione e sensibilizzazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarichi illeciti negli impianti, la Sasi: "Danni ai depuratori e all'ambiente, purtroppo si agisce spesso con superficialità"

ChietiToday è in caricamento