menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ripartono le attività ambulatoriali: no accompagnatori, prestazioni dalle 8 alle 20

Le indicazioni nell'ordinanza regionale n.76 che riguarda anche i ricoveri programmati e le cure domiciliari

Il presidente della Regione Abruzzi Marsilio ha firmato l'ordinanza numero 76 relativa alla riattivazione delle attività ambulatoriali programmate, alla riattivazione delle attività di ricovero programmato, alle attività in regime semiresidenziale-centri diurni, cure domiciliari e riabilitazione ambulatoriale e domiciliare.


Nel rispetto delle disposizioni nazionali vigenti, ogni azienda o struttura sanitaria, dovrà dotarsi di un proprio regolamento per l’accesso degli utenti autorizzati, in modo da ridurre al minimo potenziali rischi derivanti da flussi non controllati all’interno della struttura stessa.

Per quanto concerne la riattivazione attività ambulatoriali classe p (programmata) è necessario prevedere la riprogrammazione scaglionata di tutte le prestazioni in base alle classi di priorità, anche per gli accessi nei punti prelievo. Secondo quanto disposto dalla Regione Abruzzo, le aziende sanitarie dovranno distribuire le attività programmabili ambulatoriali preferibilmente su tutto l’arco della giornata, dalle ore 8 alle ore 20, di tutti i giorni feriali della settimana, in modo da garantire una riduzione della presenza contemporanea di pazienti e operatori sanitari nei vari presidi di erogazione. Sarà sconsigliato al paziente di arrivare prima di 15 minuti dell’orario della prestazione e non sarà prevista la presenza di accompagnatore, eccezion fatta per minori, disabili, utenti fragili non autosufficienti e donne gravide.

Le esenzioni dalla compartecipazione alla spesa sanitaria in scadenza o scadute dal 01/03/2020 sono prorogate al 31 luglio 2020

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento