rotate-mobile
Attualità San Salvo

Primo mammografo a San Salvo e nuovo ospedale di Vasto: la soddisfazione di Magnacca

L'inaugurazione del mammografo giovedì mattina nel distretto sanitario di San Salvo è stata annunciata dalla Asl

Buone notizie per la sanità nel Vastese con la firma dell'accordo di programma per la realizzazione del nuovo ospedale San Pio e l'inaugurazione primo mammografo nel distretto sanitario di San Salvo. Quest'ultimo verrà utilizzato per potenziare lo screening senologico e favorire la partecipazione delle donne del Vastese, specie delle aree interne, al programma di prevenzione.

A esprimere soddisfazione, commentando le due novità, è la presidente consiglio comunale di San Salvo Tiziana Magnacca. "L’impegno del presidente della Regione Marsilio e del Direttore Generale della Asl Schael nella sanità, e nello specifico in quella del vastese, inizia a dare buoni frutti. Giovedì ci prepariamo a inaugurare il mammografo che, per la prima volta, entrerà in funzione nel distretto sanitario di San Salvo.Un passo importante per la salute delle donne.

Ma la notizia più importante per il nostro territorio e per le zone interne è senza dubbio la firma venerdì 12 gennaio dell’accordo sulle opere di urbanizzazione del nuovo ospedale di Vasto. Sarà un momento storico quindi per l'edilizia sanitaria ospedaliera del nostro territorio.Un ospedale moderno e funzionale per rispondere alle esigenze di nuova salute pubblica, a servizio non solo delle zone interne anche con la sua capacità di accogliere mobilità attiva dal vicino Molise. Nuova struttura, nuove attrezzatture per una medicina moderna. Potranno essere elementi positivi per attrarre personale medico e infermieristico che andranno potenziati".

Secondo l'ex sindaco di San Salvo Magnacca l'ospedale potrà contare sull’attività che andrà a svolgere il rinnovato distretto sanitario di San Salvo che verrà potenziato con un intervento che farà elevare la sua classificazione modificando l’attuale assetto in casa di comunità, ospedale di comunità e centrale operativa territoriale.

"Oltre queste somme destinate ad ampliare anche strutturalmente il Distretto sanitario - dice ancora Magnacca -  sono state previste delle azioni migliorative e il rinnovo tecnologico della struttura di via De Gasperi per una spesa di circa 365mila euro, in parte già attuato dalla dotazione della risonanza magnetica nucleare e di un rinnovato apparecchio radiologico tradizionale ai quali si aggiungeranno l’ortopantomografo e il robot masterizzatore da destinare alla radiologia. Sanità che cresce nel vastese al passo con le esigenze dell’utenza per ridurre il divario con altre realtà sanitarie in Abruzzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo mammografo a San Salvo e nuovo ospedale di Vasto: la soddisfazione di Magnacca

ChietiToday è in caricamento