Ennesimo risveglio senza acqua a San Giovanni Teatino: rubinetti a secco senza preavviso dell'Aca

Il sindaco Marinucci è furioso e ha scritto al gestore del servizio idrico per chiedere maggiore tutela per i cittadini

Ennesimo risveglio senza acqua per i residenti a San Giovanni Teatino, dove i rubinetti sono rimasti a secco, senza alcun preavviso, ben oltre le 8 del mattino. Un disagio di non poco conto, che ha impedito a lavoratori e studenti di uscire di casa senza potersi lavare adeguatamente. 

E, ora, il sindaco Luciano Marinucci è sul piede di guerra: “È assolutamente inaccettabile - tuona - che l’acqua venga a mancare in orario mattutino, fin oltre le 8, senza il minimo preavviso, per giunta dopo che l’Aca spa aveva comunicato, tramite il proprio sito Internet, l’annullamento della chiusura prevista per il 12 ottobre”.

Il primo cittadino ha inviato una lettera all'azienda acquedottistica, firmata anche dal vice Giorgio Di Clemente. 

"Come è ben noto - aggiunge Marinucci - siamo in un periodo delicato di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19. Oltre alle normali necessità di igiene quotidiana, quindi, si aggiunge l’esigenza di portare i bambini a scuola in orario utile, soprattutto in un momento di allerta massima e di procedure controllate degli accessi negli istituti scolastici. Abbiamo sollecitato più volte all’Aca, in questi mesi, la necessità di ridurre il disagio per la popolazione, compatibilmente con l’emergenza idrica in atto, ma non possiamo accettare disservizi generalizzati che vadano a minare la serena quotidianità delle persone, in maniera improvvisa e impattante come è successo stamattina”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sul nostro territorio sono diversi i guasti sulla rete idrica che abbiamo più e più volte segnalato – aggiunge il vicesindaco Giorgio Di Clemente – ed esigiamo interventi tempestivi. Non è possibile programmare chiusure dovute all’emergenza idrica e poi lasciare che le tubature perdano acqua. Il nostro impegno è costante, ma abbiamo bisogno di risposte concrete da parte dell’Aca, che vadano oltre le comunicazioni formali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Mibact: pubblicati gli avvisi per la formazione delle graduatorie, in Abruzzo 21 posti

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Coprifuoco anche in Abruzzo? Marsilio: "Sì, se necessario"

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento