Attualità

Prima seduta della commissione mensa, l'amministrazione si impegna a non ripetere ritardi e disservizi

L'incontro è stato convocato su richiesta dei genitori, per fare il punto della situazione anche in vista della gara per individuare il nuovo gestore

Prima riunione della commissione consiliare mensa, questa mattina, a Chieti. Ne fanno parte di diritto il sindaco, con funzioni di presidente, l’assessore alla Pubblica Istruzione e i consiglieri comunali designati fra maggioranza e minoranza.

Alla riunione, convocata su richiesta dei genitori, hanno presto parte le 4 dirigenti scolastiche dei comprensivi cittadini, le docenti referenti per ogni istituto, i rappresentanti dei genitori di ogni comprensivo, i rappresentanti della ditta Ladisa, aggiudicataria dell’appalto, la responsabile del settore Pubblica Istruzione, Paola De Rossi e i consiglieri comunali Serena Pompilio e Silvia Di Pasquale, assente il consigliere Giuseppe Giampietro, fra i tre consiglieri designati a partecipare.

“Abbiamo voluto applicare alla lettera il regolamento nell’aprire i lavori di questa importante commissione – spiegano il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alla Pubblica Istruzione Teresa Giammarino alla fine dell’incontro – perché riteniamo sia uno strumento di trasparenza e condivisione su quello che è un servizio sensibile ed essenziale, in quanto rivolto ai nostri concittadini più piccoli. Servizio di cui dobbiamo, insieme a chi lo effettua, alla scuola e ai genitori, essere sempre in grado di certificare qualità e rispondenza a quanto stabilito dagli atti amministrativi e dai contratti. Durante la commissione c’è stato, infatti, un vero e proprio confronto con la ditta aggiudicataria dell’appalto, sulle tante criticità riscontrate nel servizio e che hanno impresso una serie di istanze, nonché sanzioni da parte dell’amministrazione. Dalla Ladisa abbiamo riscontrato l’impegno a fare fronte ai disguidi perché non si ripetano, nonché a rassicurare genitori e scuole anche in merito ai quantitativi dei pasti previsti dai menu e al trasporto del cibo".

"Sul fronte amministrativo - aggiungono sindaco e assessore Giammarino - il Comune non farà mancare i controlli sul servizio che, una volta aggiudicato il nuovo appalto, saranno concepiti in modo da rendere partecipi anche i genitori, attraverso sopralluoghi, verifiche e anche assaggi periodici, nonché ispezioni nel centro di cottura. Una sorta di supervisione che ad oggi assicura già il settore comunale, soprattutto dopo i disservizi che venivano segnalati dalle scuole e dai genitori e dall’utenza, attività che al momento può svolgersi con una partecipazione  limitata a causa del covid".

"Abbiamo fatto anche il punto sul nuovo bando della gara che è in corso e si spera che al più presto arrivi a definizione. Ci siamo lasciati con l’impegno a rendere operativo e continuativo il lavoro della commissione, come non è accaduto purtroppo in passato, nel pieno rispetto delle normative covid, ma andando incontro alla legittima richiesta di condivisione che ci arriva dalle famiglie”, concludono.

Com'è noto, è aperta la procedura di gara per individuare il nuovo gestore della mensa, che si occuperà del servizio già a partire dal mese prossimo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima seduta della commissione mensa, l'amministrazione si impegna a non ripetere ritardi e disservizi

ChietiToday è in caricamento