rotate-mobile
Attualità

La mensa scolastica sta per ripartire con la ditta Ladisa, ma non si placano le proteste

Giovedì i rappresentanti della società barese, che ha gestito la refezione a Chieti fino allo scorso anno scolastico, parteciperanno a un incontro in Comune per definire gli ultimi dettagli

È questione di pochi giorni e la mensa scolastica per gli alunni teatini è pronta a ripartire. Dopo la decisione del Consiglio di Stato, che ha disposto di affidare temporaneamente il servizio al vecchio gestore, la ditta Ladisa, gli uffici comunali competenti si stanno attivando per procedere il prima possibile. 

È già pronta la determina di affidamento alla società barese, atto tecnico necessario per avviare la convenzione. Ora, spetta a Ladisa prepararsi per riaccendere i fuochi del centro cottura, organizzarsi con il trasporto e lo scodellamento in classe. 

Giovedì pomeriggio, in Comune, è fissato un incontro fra i responsabili della ditta, il sindaco Diego Ferrara, l'assessore Teresa Giammarino e il settore. L'auspicio è che già la prossima settimana gli alunni che frequentano il tempo pieno possano tornare a mangiare pasti caldi a scuola, nonostante le proteste dei genitori, che chiedono libertà di scelta: in molti, infatti, vorrebbero continuare a preparare il pranzo ai figli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mensa scolastica sta per ripartire con la ditta Ladisa, ma non si placano le proteste

ChietiToday è in caricamento