rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità

Sei anni dalla tragedia di Rigopiano, Chieti ricorda Dino e tutte le altre vittime [FOTO]

Davanti al monumento in via D'Aragona si è tenuto l'omaggio al poliziotto teatino che nel 2017 perse la vita assieme alla moglie. Una cerimonia accompagnata dalle note eseguite al violino dal Maestro Giuseppe Pezzulo

Chieti ricorda le vittime di Rigopiano, a sei anni dalla tragedia nella quale perse la vita il poliziotto teatino Dino Di Michelangelo assieme alla moglie Marina Serraiocco e ad altre 27 persone. 

Questa mattina l’omaggio davanti al monumento di via d’Aragona dedicato alla memoria di tutti coloro che hanno lasciato la vita sotto le macerie dell’hotel, quel 18 gennaio del 2017, è stato accompagnato dalle toccanti note eseguite al violino da Giuseppe Pezzulo, Maestro del Miserere.

A ricordare Dino e le altre vittime, accanto alla madre Loredana Lazzari e al fratello Alessandro Di Michelangelo si sono stretti il sindaco Diego Ferrara, il questore Francesco De Cicco, il prefetto Mario Della Cioppa, il consigliere provinciale Filippo Di Giovanni, i rappresentanti dell’Arma dei carabinieri, dei vigili del fuoco, della guardia di finanza, consiglieri, assessori, amici.

“Sei lunghi anni ci separano da quella che è stata una delle tragedie più dolorose per la nostra regione e anche per la nostra città – le parole del sindaco Diego Ferrara – . Fatti impensabili, di cui ognuno di noi conserva un personale e indelebile ricordo. Abbiamo voluto questa celebrazione non solo per stare accanto a chi ha perso un proprio caro sotto la neve di Rigopiano, ma anche per testimoniare, come istituzioni, l’importanza della memoria e di un percorso che porti a ridurre sempre di più l’eventualità che tali tragedie possano accadere di nuovo. Un abbraccio simbolico alla famiglia del nostro concittadino, anche per fare forza a chi resta nel difficile e faticoso cammino processuale, che vede queste famiglie proprio in questi giorni impegnate anche emotivamente. Chieti non dimenticherà mai Dino e gli altri uomini e donne scomparsi sei anni fa: un modo, forse l’unico che abbiamo, di farci carico del loro ricordo e di rendere la città partecipe del loro ricordo”.

Quest’anno l’anniversario è coinciso con la ripresa, stamani in tribunale a Pescara, delle udienze del processo che vede 30 imputati per il crollo dell'hotel, in attesa del pronunciamento atteso per il 17 febbraio. 

Era il 18 gennaio 2017 quando 40 persone rimasero bloccate dalla neve nel resort ai piedi del Gran Sasso. La struttura venne travolta da una valanga, ma l'allarme lanciato dall'hotel rimase inizialmente inascoltato. I soccorritori riuscirono a trarre in salvo solo 11 persone su 40 presenti quel maledetto giorno di sei anni fa.

La celebrazione dedicata alle vittime di Rigopiano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei anni dalla tragedia di Rigopiano, Chieti ricorda Dino e tutte le altre vittime [FOTO]

ChietiToday è in caricamento