Discarica a cielo aperto nel bosco Don Venanzio, la denuncia del presidente della Pro loco Pollutri

D'Attilio ha spiegato di aver contattato le forze dell'ordine, che gli hanno riferito di essere a conoscenza della situazione

Discariche a cielo aperto che deturpano uno dei luoghi più belli della regione, che dovrebbe ospitare solo turisti e famiglie in cerca di ristoro in mezzo alla natura. 

A denunciare la situazione del tratto tra Pollutri e la riserva naturale di Punta Aderci è Giuseppe D'Attilio, presidente della Pro Loco Pollutri, che pochi giorni fa, in occasione della festa della Repubblica, ha inforcato la bici per trascorrere qualche ora nella natura. Ed è proprio lì che ha trovato la brutta sorpresa.

D'Attilio è partito da Pollutri per raggiungere la riserva naturale di Punta Aderci e ha deciso di dirigersi verso il percorso trekking e mountain bike Bosco Don Venanzio. Il percorso, come spiega lo stesso presidente della Pro Loco Pollutri

Giuseppe D’Attilio spiega che il tracciato "non è ad uso esclusivo di escursionisti e ciclisti in quanto, attraversando svariati appezzamenti agricoli, viene utilizzato anche da agricoltori, perciò si deve prestare attenzione ad eventuali automezzi in transito".

La sorpresa è stata ancora più amara quando, lungo la parte asfaltata nel territorio di Vasto, si è imbattuto nelle discariche a cielo aperto che ha fotografato. 

"La cosa che mi ha lasciato basito almeno quanto il vedere quell’immondizia ammassata lì indisturbata - commenta D'Attilio - è stata la naturalità con cui, sia il comando carabinieri forestali che il comando vigili urbani, entrambi gli rnti di Vasto, raggiunti da me telefonicamente, mi hanno confermato la conoscenza della situazione, aggiungendo che sporadicamente si cerca di effettuare improvvisi sopralluoghi con la speranza di afferrare qualche disonesto in flagranza di reato e soprattutto che saltuariamente si procede alla raccolta del materiale e alla bonifica delle aree. Mi viene da pensare che equivale quasi ad 'offrire un servizio al cittadino!' Della serie, fate pure ogni tanto pensiamo noi alle pulizie!". 

"Forse - suggerisce - l’unica soluzione sarebbe trovare un sistema per impedire fisicamente il libero accesso in quelle zone, ed invece riservarla a una lista di soggetti autorizzati, come proprietari terrieri, affittuari, ecc.".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento