menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanzioni ingiuste nella fase 1 del contenimento del Coronavirus: il Codacons offre assistenza legale

Un team di legali assiste nella contestazione delle sanzioni amministrative e nella presentazione dei relativi ricorsi

Codacons Abruzzo offre aiuto ai cittadini che ritengono di essere stati ingiustamente sanzionati nei mesi di lockdown da Coronavirus. L'associazione offre aiuto legale nella contestazione delle sanzioni amministrative e nella presentazione dei relativi ricorsi, nei casi in cui i verbali risultino palesemente ingiusti o illegittimi.

Negli ultimi mesi, sono state 449.352 le multe elevate in Italia a cittadini e titolari di attività per il mancato rispetto dei divieti legati al coronavirus. A fornire i dati il Codacons, che ha elaborato i numeri resi noti dal ministero dell’Interno e relativi alla fase 1 e 2 nell’emergenza Covid.

"Non tutte le multe elevate, però - commenta l'associazione - appaiono legittime: numerose segnalazioni giunte al Codacons denunciano anche in Abruzzo la mancata possibilità per i cittadini di giustificare il motivo del proprio spostamento, e diverse inchieste giornalistiche hanno evidenziato l’irragionevolezza delle sanzioni da parte delle forze dell’ordine. Multe che ora possono essere impugnate dinanzi le autorità competenti, allegando la documentazione che attesta la legittimità degli spostamenti o le ragioni che determinano l’illegittimità delle contravvenzioni".

Per usufruire del servizio, è possibile contattare il numero 89349966, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 17.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento